Stadio, Raggi vince Roma perde

Raggi e Frongia

(M. Solani) - Il paradosso è che i paladini della trasparenza, per ora, hanno siglato un accordo di cui non si sa praticamente nulla a parte gli annunci pubblici e gli spot buoni per placare una base (tutt'ora) in rivolta e un elettorato che minacciava battaglia. Perché i contorni dell'acconto

Nainggolan: «Voglio tre trofei»

(A.Serafini) – Il segreto è nella normalità, quella che senza dubbio continua a scandire la sua vita. Poco importa quindi che la notte magica di San Siro abbia scaraventato nuovamente la cresta giallorossa sulle copertine di tutta Europa, perché Radja Nainggolanpreferisce sentirsi parte di un gruppo più che lasciarsi attaccare l’etichetta del leader. Di certo

Riecco Perotti, infallibile dal dischetto

(A.Serafini) – Infallibile dal dischetto, inchiodato nella ricerca del primo centro su azione in campionato. È stata una stagione a fasi alterne quella di Perotti, tornato alla ribalta con il calcio di rigore che ha chiuso la sfida di San Siro e pronto a mettere in discussione le scelte di Spalletti. Il passaggio di modulo ha

Chiedi chi è Nainggolan

(U.Trani) – «Odio la Juve». E non l’Estate, come cantò Bruno Martino nel‘60, anche se Radja, dopo l’Europeo, ha rinunciato alla solita vacanza senza freni a Ibiza, per restare a Porto San Giorgio accanto alla moglie in attesa della secondogenita. Nessuno dimentica, chiedete a Torino, lo spot del Ninja che piace tanto ai tifosi della Roma. E che

Lazio, Inzaghi punta sulla difesa a tre

(A.Abbate) – Si è riposato, è concentrato. Bentornato capitan Biglia, adesso a te gli straordinari sul Ninja. Inzaghi teme lo strapotere fisico della Roma a centrocampo, soprattutto quello di Nainggolan, ma non solo. Domenica sera davanti alla tv le ultime considerazioni, Simoncino studia però già da 10 giorni tutte le precauzioni. Altro che testa all’Udinese: ogni mossa di domenica era già

La Carta di Firenze contro lo stadio della Roma

(A.Arzilli) – C’è un documento interno al Movimento che, secondo gli «ortodossi» della base, va in conflitto con l’accordo di Raggi sullo stadio della Roma. È la Carta di Firenze, il regolamento dei comuni M5S, che nella definizione spiega come le amministrazioni debbano scegliere se «fare parchi per bambini o porti per gli speculatori» e che al punto quattro

NainggoLand. Vizi, prodezze e «baci». Il Ninja che ama la Roma: «Io, calciatore da Disco»

(M.Cecchini – C.Zucchelli) – Maledetti di tutto il mondo, unitevi. Diciamo la verità, abbiamo passato anni a rimpiangere quello che Best, Gascoigne, Adriano o Cassano non ci hanno fatto vedere (anche) a causa di una vita privata non esattamente monacale, quando nel calcio ha fatto irruzione Radja Nainggolan, quello che ha mandato all’aria le regole. Fisico

Multisala Olimpico: posti vuoti

(C.Zucchelli – E.Bergonzini) – Sfottò, cori, ma soprattutto colori. L’essenza del derby è a serio rischio. Per la sfida fra Lazio e Roma lo stadio Olimpicosarà semideserto, poco più di 20mila spettatori, di cui 15 mila biancocelesti e circa 7 mila giallorossi. Per una sfida tornata dopo tanto tempo a giocarsi in orario serale, ci aspettava di

Con Nainggolan il tiro da fuori area diventa un vizio

(M.Pinci) – Nella storia di questo campionato resterà scolpita la sberla a 99 chilometri orari con cui Nainggolan ha steso l’Inter e fatto decollare la Roma.Qualcuno ci ha visto persino analogie con la cavalcata-più-cucchiaio firmata 11 anni prima da Totti. Stessa porta, stesso stadio. Differente però la scelta finale: alla finezza del suo capitano, il belga ha preferito l’esplosività

Cantiere stadio al colosso Usa. Il mega affare va ad Aecom

(G.Vitale – S.Bennewitz) – Sarà uno stadio in prevalenza a stelle e strisce quello che il patron giallorosso James Pallotta e l’imprenditore Luca Parnasi si apprestano a costruire sul pratone di Tor di Valle. I lavori per la nuova “Magica arena” dovrebbero essere assegnati a trattativa diretta, senza obbligo di passare per le forche caudine della gara pubblica, al colosso americano Aecom,

Le barriere più basse non bastano agli ultras, pochi biglietti venduti

(F.Ferrazza) – Incastrarsi tra campionato ed Europa League non è poi così complicato per un derby che sbuca quasi a sorpresa nella settimana romanista. Si posiziona lì, domani sera, scandendo con un rintocco più pesante degli altri il ritmo della squadra giallorossa, lanciatissima all’inseguimento di un trofeo. E alzare o meno una coppa nei prossimi

Il fenomeno Radja tra potenza e tatuaggi, da “Juventus ti odio” alla fame di vittorie

(F.Bocca) – Ovviamente nessuno vuole che Nainggolan sia venduto, che vada a far gol per il Chelsea, l’Inter o chissà chi. Ma a occhio, con quelle cifre, ci si può costruire almeno tutta la Tribuna Tevere, o come diavolo si chiamerà, del nuovo Stadio di Tor di Valle. La Radja Tribune. 3) Il ritorno della forza al potere. Fisicamente

Top