LA REPUBBLICA Assalto al bus, ultrà romanisti contro i giocatori

(M. Pinci) - Il derby della paura si trascina lontano dall’Olimpico. E la paura stavolta è quella dei giocatori della Roma: sassi, uova, insulti, questa l’accoglienza ricevuta, dopo la finale persa, davanti al centro sportivo di Trigoria. Ad attenderli, duecento scalmanati che dalle 22 hanno assediato i cancelli della sede del

LA STAMPA Ultrà, trovati due arsenali. Sassi e uova sui giallorossi

(M. De Santis) - Tantissimo rumore per poco o nulla. II derby della paura, almeno nella cosiddetta zona rossa nei paraggi dell'Olimpico, si è rivelato molto meno brutto di come era stato dipinto. Calma piatta o quasi allo stadio e nei dintorni, militarizzati per l'occasione. «Pericolo scampato», la sensazione che campeggiava ieri,

ROMA-LAZIO Le pagelle dei quotidiani

Termina nel peggiore dei modi il biennio fra i più disarmanti e deludenti della storia della AS Roma. Il derby perso in finale di Coppa Italia, senza grinta, senza attributi, senza agonismo, certifica il fallimento di tutti, partendo dal presidente James Pallotta, passando per coloro che hanno concepito questa accozzaglia

IL TEMPO Accolti a Trigoria con pietre e uova

(S. De Iaco/ A. Serafini) - Alla fine è andata anche peggio. Mentre la parte laziale della città cominciava la nottata di festeggiamenti, a Trigoria montava la contestazione dei romanisti. Circa trecento tifosi hanno aspettato ieri sera il pullman che riportava la squadra nel proprio quartier generale. Rabbia e delusione sono state sfogate

AS ROMA Sassi e vetri rotti

A Trigoria, davanti al centro tecnico Fulvio Bernardini, quartier generale della Roma, si sono radunati trecento tifosi giallorossi: i boati li hanno provocati loro, sono i petardi che danno il via alla durissima contestazione che non risparmia nessuno. La comitiva romanista è ancora allo stadio, ma già sa cosa l'attende

AS ROMA La Sud vince comunque

E' comparso per un paio di minuti, non di più. Tanto per dimostrare che l'ironia di Roma, come il re, non è morta. Doppia scritta azzurra in campo bianco:  «Calciopoli, calcioscommesse e frode / de pulito a Formello nun c'è manco er custode». Due versi retti da due file differenti della

LA REPUBBLICA Più gioco e carattere: giusto così

(F. Bocca) - La cosa più importante del Derby è che finalmente sia finito, passato in archivio. Più come un incubo che una festa del calcio. La seconda cosa è che lo ha vinto la Lazio, che dunque viene salvata da questa specie di opprimente “giudizio universale” secondo cui chi vince finisce

AS ROMA Baldini: “Fallimento ma il progetto c’è”

E' colpa sua. Non lo diciamo noi, lo dice lui. Franco Baldini, direttore generale della Roma:  «Mi prendo tutte le responsabilità. Ho avuto sin dall'inizio carta bianca, la guida di questo progetto. Non posso negarlo né sottrarmi alle critiche. Ci mancano giocatori con certe caratteristiche e poi Andreazzoli è stato

LEGGO Sassi sul pullman della Roma

(F. Balzani) - La pazienza è finita. La sconfitta in coppa Italia ha scatenato la rabbia dei tifosi che dopo la partita hanno assediato Trigoria.In 300 si sono ritrovati al Fulvio Bernardini e lanciato sassi, uova e una bomba carta all’arrivo del pullman della Roma (a bordo però i big non

Top