Pastore si gioca la Roma

(F. BIAFORA) - Ultima chiamata per Javier Pastore. Il trequartista argentino nell'attuale campionato ha disputato appena 45 minuti (più i vari recuperi) nei secondi tempi delle prime tre partite della stagione contro Genoa, Lazio e Sassuolo, e ora, dopo quattro panchine consecutive in Serie A, è il favorito per una

Dzeko fuori. Ma la cabala è con Kalinic

(A. AUSTINI) - I numeri non dicono tutto. Ma qualche volta dimostrano cose sorprendenti. La Roma non ha mai perso in campionato quando è mancato Dzeko, un paradosso statistico che suona come incoraggiamento in vista di domenica, quando il bosniaco sarà costretto, salvo impronosticabili cambi di programma, a saltare la partita

Dzeko in bilico, Kalinic spera

(F. BIAFORA) - In attesa di sapere se potrà sedersi o meno sulla panchina di Marassi - oggi verrà discusso il contro-ricorso della Figc nei confronti dell’annullamento della squalifica di Mazzarri, ovvero uno dei punti su cui si basa il ricorso presentato dalla Roma - Fonsecaha fatto la conta degli infortunati

La Roma cerca lo sponsor per Trigoria

James Pallotta

(A. AUSTINI) - Un nome per Trigoria. Da stampare, magari, anche sulle maglie di allenamento. Si è parlato di questo e molto altro nei meeting dei giorni scorsi a Boston, dove Pallotta ha ricevuto i dirigenti Fienga, Calvo e Zubiria per fare un punto sui vari settori dell’«azienda» Roma. La cessione dei

Paulo può sorridere: torna ad allenarsi Perotti

Perotti

(S. CARINA) - Con Trigoriaaperta per pochi intimi (out gli 8 ‘nazionali’ e i dirigenti Fienga, Zubiria e Calvo a rapporto negli Usa da Pallotta), Pastore con una mano fasciata (frattura del mignolo) ma in campo e parte della rosa impegnata a recuperare dai rispettivi infortuni - Pellegrini, Diawara, Zappacosta, Perotti, Under,

Top