Stadio della Roma, 9 arresti e misure cautelari: perquisizioni nella sede di Parnasi

Ore 12.20 – Perquisizioni da parte dei carabinieri nella sede di Luca Parnasi e della sua società Parsitalia. Indagato anche l’assessore del M5S Paolo Ferrara.

Ore 10.15 – Secondo Il Messaggero non sarebbe coinvolta la A.S. Roma nell’inchiesta che stamattina ha sconvolto il progetto Stadio della Roma, ma il Comune sarebbe pronto a bloccare il tutto vista la gravità delle accuse e delle investigazioni.

(M.E. Vincenzi) – Nove arresti dei Carabinieri  nell’ambito di un’inchiesta coordinata dal procuratore aggiunto di Roma Paolo Ielo su un’associazione a delinquere finalizzata alla commissione di condotte corruttive e di una serie di reati contro la Pubblica amministrazione nell’ambito delle procedure connesse alla realizzazione del nuovo stadio della Roma. Sono diversi e di diversa provenienza i politici arrestati stamattina all’alba dai carabinieri del nucleo investigativo. Nove in tutto le persone colpite da misure cautelari, sei in carcere e tre ai domiciliari, tra i quali politici e imprenditori: l’accusa degli inquirenti è che siano parte di un’associazione a delinquere finalizzata alla commissione di una serie di condotte corruttive. Il tutto per le procedure legate alla realizzazione dello stadio di Tor di Valle. Arrestato l’imprenditorie Luca Parnasi, mentre ai domiciliari Luca Lanzalone, presidente Acea. Tra gli altri anche alcuni consiglieri regionali. Gli indagati avrebbero ricevuto, in cambio dei favori agli imprenditori, una serie di utilità, tra le quali anche l’assunzione di amici e parenti. Arrestato anche Michele Civita, ex assessore regionale all’Urbanistica.

Fonte: Repubblica.it

Top