COPPA ITALIA Tar: no al ricorso, si gioca il 26 alle 18

Coppa Italia

No al ricorso del Codacons, la finale di Coppa Italia tra Roma e Lazio resta confermata per domenica 26 maggio alle 18. La decisione del Tar del Lazio è arrivata dopo l’audizione che si è svolta a Roma. Erano presenti tutte le parti interessate: Codacons, Coni, Lega calcio, Rai, Ministero dell’interno, Prefettura, Comune di Roma e i due club. L’associazione dei consumatori chiedeva di riportare il calcio d’inizio alle 21 per la concomitanza con le elezioni comunali.
Nell’audizione si è discusso sia della possibilità di un rinvio a data diversa sia di un orario diverso. Il legale del Coni ha sottolineato come per il Comitato olimpico sia indifferente l’orario della gara, deciso dalle autorità istituzionali. Anche per la Lazio è indifferente l’orario, mentre il Comune di Roma inizialmente avrebbe preferito un’altra data e un’altro orario, ma ha sottolineato che ormai è tutto organizzato, pur rimettendosi alla valutazione del giudice.
Il Codacons, che ha presentato ricorso,infine, ha chiesto di valutare la possibilità di tornare all’orario originale delle 21, perché nella stessa giornata, con le elezioni comunali, ci potrebbe essere il rischio di una difficoltà nell’esercitare il diritto di voto per i cittadini a causa delle difficoltà a raggiungere i seggi per il traffico e le limitazioni alla circolazione previste per l’ordine pubblico. La decisione di anticipare alle 18 il calcio d’inizio era stata presa dopo gli incidenti scoppiati prima dell’ultimo derby di campionato nei dintorni dello stadio Olimpico.

Fonte: Repubblica.it

Top