Braga-Roma, le PAGELLE: Dzeko firma d’autore. Veretout tuttofare. Diawara torna a brillare

(K.Karimi – A.Papi) – Ecco i voti e le pagelle assegnate ai calciatori di Braga e Roma dopo il match dei sedicesimi di Europa League:

-BRAGA-

Matheus 6.5; Esgaio 4, Tormena 5.5, Raul Silva 6, Sequeira 5.5; Al Musrati 6, Fran Sergio 5 (Borja s.v.); R. Horta 5 (Piazon 5), Gaitan 6.5 (Ze Carlos 5.5), Galeno 5 (A. Horta s.v.); Sporar 5.5 (Ruiz 5.5). Carvalhal 5.5

-ROMA-

Pau Lopez 6 – La sua gara si conclude senza affanni o parate di rilievo. Un solo brivido su un’uscita di piedi svirgolata ma senza conseguenze.

Mancini 7 – Continua a collezionare prove toste e da leader. Diventa capitano dopo l’uscita di Cristante e guida la difesa con personalità, non soffrendo mai i movimenti degli attaccanti portoghesi.

Cristante s.v. – Era partito forte, dando il là con un bel recupero all’azione del gol di Dzeko. Si ferma per un problema muscolare. (6′ Bruno Peres 6 – Con il suo ingresso la Roma perde inevitabilmente velocità e sprint sulla sinistra. Quanto meno il brasiliano fa il suo compito senza commettere errori o distrazioni).

Ibañez 5,5 – Non è al meglio della condizione e ciò pesa sullo stop muscolare che lo costringe ad uscire ad inizio ripresa. Non sempre brillante nelle letture, soprattutto con una spallata su Sporar che rischia di concedere uno sciocco rigore. (55′ Villar 6 – Appena entrato causa l’espulsione di Esgaio con una sua tipica giocata. Un po’ molle in alcuni disimpegni, ma la concentrazione c’è).

Karsdorp 6,5 – Prosegue la crescita dal punto di vista difensivo. Nel primo tempo resta a guardia del temibile Galeno con attenzione, non soffre neanche il passaggio tra i tre centrali nella fase finale.

Diawara 7 – Torna a brillare in mezzo al campo come non si vedeva da tempo. Non spreca la sua chance giocando con disinvoltura, sia in appoggio che in chiusura. Una buona risorsa per i prossimi mesi della stagione, ma non chiedetegli mai di andare al tiro.

Veretout 7 – Paradossalmente le cose migliori le fa da terzino, spingendo con brillantezza sulla corsia di destra e regalando a Mayoral il pallone del facile 2-0. Un po’ bloccato nel mezzo, ma quando si sgancia è una furia.

Spinazzola 7 – Fa tutto bene. Parte come al solito nell’asfaltare la fascia sinistra, servendo a Dzeko l’assist del vantaggio. Per esigenza si sposta a fare il ‘braccetto’ nei tre di difesa, chiudendo tutto quello che passa dalle sue parti. Ha fiato e ritmo per tutti i 90′.

Pedro 7 – Finalmente è tornato ai livelli di inizio stagione. Gioca con dinamismo e concentrazione, facendo dimenticare le prove incolori del mese scorso. Un gol annullato, un assist al bacio (anche quello cancellato dal VAR) ma anche tante giocate pericolose tra le linee. Altra risorsa ritrovata. (72′ El Shaarawy 6 – Splendido ritrovarlo in maglia giallorossa, partecipa all’azione del raddoppio. Troverà ritmo e gamba).

Mkhitaryan 6,5 – La sua grandezza si vede anche in serate come questa, dove manca la brillantezza e la fatica comincia a farsi sentire. Ma l’armeno è un continuo di corsa, pressione e riferimenti. Non incide come al solito, ma un suo taglio smarca Veretout sulla combinazione del 2-0 finale.

Dzeko 7 – La zampata del campione arriva subito, in apertura, a spegnere polemiche e dicerie sulla mancata fascia di capitano. L’1-o è gol fondamentale e pregevole. Potrebbe anche mettere k.o. il Braga nella ripresa, ma per oggi va bene così. (72′ Borja Mayoral 6,5 – La concorrenza per lui è uno stimolo enorme. Dimostra di vivere un ottimo momento facendosi trovare pronto sull’assist invitante di Veretout).

All. Fonseca 7 – La Roma è la prima squadra italiana a portare a casa l’intera posta in casa del Braga. Partita mai in discussione , con una superiorità tecnica e tattica ribadita con il passare dei minuti. Il vantaggio di un uomo nella ripresa spiana ulteriormente la strada, con il merito di credere nel raddoppio fino alla fine. Il punteggio poteva anche essere più largo con un pizzico di attenzione e fortuna in più.

Top