Conferenza stampa, FONSECA: “Domani 2-3 cambi. Mercato? Ho detto a Pinto i nomi per migliorare, conosce le necessità. Spinazzola? Fiducioso di averlo con l’Inter”

Dopo la vittoria sulla Sampdoria con gol di Dzeko, la Roma domani è attesa in trasferta in casa del Crotone nel giorno dell’Epifania, match valido per la 16a giornata di campionato. Alla vigilia, come di consueto, il tecnico giallorosso Paulo Fonseca è intervenuto in conferenza stampa al “Fulvio Bernardini”. Le sue dichiarazioni.

Con la Samp è stata una partita faticosa e ci sono due impegni con Inter e Lazio, è meglio dare continuità al gruppo che sta facendo bene o sta ragionando sul turnover che coinvolga giocatori più grandi di età tipo Mkhitaryan e Dzeko?
“Come hai detto è stata una partita fisicamente pesante per la squadra, il problema è che non abbiamo tempo di recuperare. Non sto pensando alle altre partite, ma solo a quella di domani. Possibilmente cambierò 2-3 giocatori. Anche con i cambi le intenzioni della squadra non sono cambiate, ho fiducia. Sui giocatori che giocheranno vediamo domani”.

Tiago Pinto e la proprietà si rendono conto dell’importanza di questo momento sul mercato?
“Sì, stiamo parlando sempre. Sanno le necessità in questo momento per migliorare la squadra. Stiamo lavorando insieme per rendere la squadra più forte”.

È vero che non ha fatto richieste specifiche di mercato alla società?
“Sto parlando sempre con Tiago Pinto, sa i giocatori di cui abbiamo bisogno e i nomi che secondo me possono migliorare la squadra. Abbiamo diversi nomi e vediamo che succede. Parlo sempre con lui di questa questione”.

Immaginiamo che lei abbia visto la partita del Crotone contro l’Inter, dunque avrà visto come per oltre un tempo il Crotone abbia giocato alla pari e dell’Inter e forse avrebbe meritato qualcosa in più prima di crollare. La Roma rischia una brutta sorpresa se si andrà a giocare senza la giusta determinazione e con uomini stanchi. In questo senso ritiene che sia più importante avere forti ricambi nel secondo tempo o partire subito forti per provare a chiudere la gara il prima possibile?
“Indipendentemente dai giocatori che giocheranno domani, oggi ho parlato con i giocatori di questo: il Crotone è una bellissima squadra, non possiamo guardare la posizione in classifica ma quanto ha fatto nelle partite. Ho guardato la partita con l’Inter, è una squadra con grande qualità e coraggio. Non è facile giocare. Soprattutto nel primo tempo, come ha fatto il Crotone contro l’Inter. Domani sarà difficile e dobbiamo giocare con ambizione e attenzione per poter vincere un avversario che ha molta qualità, vuole sempre la palla ed ha coraggio”.

Quale reparto va migliorato sul mercato?
“Non voglio parlare molto di mercato, stiamo lavorando insieme per migliorare la squadra. Non voglio parlare di nomi. Non parlo mai dei nomi, se arriveranno lo farò”.

Continua a pensare che Inter e Juventus siano le candidate principali per lo scudetto?
“Le squadre che hanno fatto investimenti più grandi per vincere il campionato sono Juventus ed Inter. Poi ci sono 5-6 squadre che sono forti e possono lottare. Possiamo vedere quello che sta facendo il Milan, fantastico e in questo momento è un candidato. Continuo a dire che le principali candidate sono Juve e Inter”.

Il mercato è un’opportunità per consolidare il 3° posto oppure per avvicinarsi a Milan ed Inter?
“È un’opportunità per migliorare la squadra e tornare più forte”.

Come sta Spinazzola?
“Sta bene, sta recuperando bene e sono fiducioso che possa recuperare per l’Inter”.

Domani è un’occasione per rilanciare Carles Perez? Cessione in prestito?
“Sta migliorando molto. Può essere importante per la squadra, sono fiducioso. È in crescita”.

Quanto è importante occupare gli spazi di mezzo per creare problemi all’avversario?
“È difficile isolare i momenti. Tutti i momenti della partita sono importante. Non posso dire di aver solo la preoccupazione degli spazi di mezzo. Dipende dalla partita, in una partita possono essere più importanti e in altre quelli esterni. Dipende”.

Le condizioni di Mirante e Santon?
“Stanno meglio e stanno recuperando, ma non sono pronti per domani”.

Quanto è diventato importante Karsdorp e quanti margini di miglioramento ha?
“Molti. Sta molto meglio, ha imparato molto sia offensivamente sia difensivamente. Ma può migliorare in determinati aspetti della partita”.

Top