Roma-Bologna, Fonseca: “Problema emotivo, sono io il responsabile”

La Roma incappa nella seconda sconfitta consecutiva in campionato contro un ottimo Bologna. Di seguito il commento di Paulo Fonseca nel post partita.

FONSECA A SKY

Partita a tratti dominata dal Bologna, la Roma ha perso molti duelli fisici. State diventando irriconoscibili:
“La squadra ha accusato molto la sconfitta con il Sassuolo, oggi abbiamo giocato una partita senza tranquillità e sicurezza difensiva. I giocatori non erano tranquilli, abbiamo accusato molto i gol. Abbiamo reagito nel secondo tempo, ma dopo l’espulsione è stato difficile. È un problema emotivo in questo momento, e sbagliamo molto difensivamente”.

Perse tante partite incassando tanti gol: è arrivato il momento di cambiare davvero qualcosa nel sistema di gioco e negli interpreti?
“Vediamo, so di non essere in un momento facile. Io sono sempre il responsabile per la squadra, io devo pensare bene che possiamo cambiare e migliorare con equilibrio. Questa squadra ha fatto molte cose buone in questa stagione, è una questione emotiva, devo lavorare sui giocatori. Devo fargli credere che possiamo fare molto meglio. Possiamo perdere o vincere, ma l’importante è che non abbiamo paura e abbiamo il coraggio di giocare. Ora soprattutto di mancanza di tranquillità, devo pensare a cosa possiamo fare per cambiare con equilibrio”.

Tanta differenza anche nei due pressing:
“Sì, la squadra non è tranquilla e lascia spazio al Bologna poi è tutto un problema. Non pressiamo come dobbiamo, non accorciamo come dovremmo. I gol che abbiamo preso sono gli stessi che abbiamo preso a Sassuolo, possiamo fare individualmente fare molto meglio”.

Anche tanti errori individuali:
“Non mi piace parlare di errori individuali, io sono sempre il responsabile di tutto quello che succede. Se guardiamo i gol sono sempre in situazione di uno contro uno, l’avversario che entra e tira. È una questione difensiva, dobbiamo lavorare per cambiare questo. Non è facendo drammi o con la negatività che possiamo cambiare le cose, ma con il coraggio e la voglia”.

Problema anche fisico:
“Non sono d’accordo sul fatto del fisico. Quando una squadra non sta bene fisicamente non reagisce come abbiamo fatto nel secondo tempo con il Sassuolo e anche oggi in inferiorità abbiamo chiuso in avanti. Non mi sembra una questione fisica”.

Top