Le PAGELLE di Roma-Cagliari: Zaniolo l’unico a tirare in porta. Cristante-Veretout manca la qualità. Kalinic fermato da Massa

(K.Karimi – A.Papi) – I voti e le pagelle del match tra Roma e Cagliari, pareggiato 1-1 tra mille polemiche:

-ROMA-

Pau Lopez s.v. – Paradossalmente inoperoso, non ha neanche tempo e modo di sporcarsi i guantoni. Imparabile il rigore di Joao Pedro.

Spinazzola 5 – Parte piuttosto basso per mantenere gli equilibri difensivi. Nella ripresa appare stanco e fuori fase, proprio nel momento in cui sarebbe servita la sua spinta. (dal 80′ Santon s.v. – Qualche spunto ma poco tempo per mettersi in mostra).

Mancini 6 – In crescita, attento in marcatura e rapido nei ripiegamenti difensivi. L’unica macchia è il fallo di mano involontario (ma netto) che concede il rigore dello 0-1 al Cagliari.

Smalling 6.5 – Sui palloni alti si dimostra insuperabile contro Simeone e compagni. Peccato che nell’area sarda sui calci piazzati non abbia fatto lo stesso. Si conferma calciatore di altissimo livello.

Kolarov 5.5 – Scende spesso sulla corsia di sinistra, ma oggi stecca nel momento dell’assist decisivo. Nervosissimo già dalla concessione del rigore nel primo tempo, fino all’assurdo gol annullato nel finale.

Diawara 6 – Giostra discretamente davanti alla difesa. Ma stavolta è il menisco a frenarlo, costringendolo al forfait anche a seguito di un duro contrasto. (dal 31′ Antonucci 5.5 – Qualche guizzo e predisposizione al sacrificio, non ci si può affidare alla sua immaturità per sbloccare il match. Dal 74′ Kalinic 6.5 –  Entra bene in partita con movimenti corretti e la giusta cattiveria. La zampata dei tre punti porterebbe la sua firma assolutamente meritata ma questa è una storia riscritta da Massa e collaboratori vari).

Cristante 5 – Non ha lucidità e qualità per gestire il giro palla della Roma. Dopo la prova sottotono con il Wolfsberg altro passo indietro.

Veretout 5.5 – Parte da trequartista, per poi tornare in mediana dopo il k.o. di Diawara. Tanta volontà e corsa, ma altrettanti errori marchiani in fase di possesso. Deve prendersi qualche responsabilità in più…

Zaniolo 6 – Cambia tre volte ruolo nel corso della gara, passando da destra a sinistra, finendo al centro. È l’unico a concludere nello specchio della porta per due volte, anche da terra e sfiorando il palo con una bella girata. Ci si attende sempre giustamente qualcosa in più da lui, specie contro avversari di questa levatura.

Kluivert 5.5 – Un solo spunto degno di nota, il cross che porta all’autogol di Ceppitelli. Poi tanto fumo e poco arrosto, oltre al solito nervosismo con arbitro e compagni.

Dzeko 5.5 – Più stanco e indolente del solito. Ha le occasioni migliori sulla testa, non proprio la sua specialità. Ottima la sponda per Kalinic nel finale, ma le decisioni discutibili di Massa annullano il tutto.

all. Fonseca – La sua furia al fischio finale è ampiamente giustificata visto l’andamento della decisione presa da Massa e la poca chiarezza nel spiegarlo. Per quanto riguarda la qualità della prestazione sicuramente non può essere soddisfatto visto che al netto delle assenze si doveva produrre a livello offensivo qualcosa di più, specie considerando l’atteggiamento remissivo del Cagliari di Maran. Due punti persi che non devono fargli perdere la bussola in un momento molto delicato della stagione.

-CAGLIARI-

Olsen 6.5; Cacciatore 6, Ceppitelli 5.5, Pisacane 6, Pellegrini 6 (Mattiello sv); Nandez 5.5, Cigarini 6, Rog 5; Nainggolan 5.5 (Ionita sv); Joao Pedro 6.5, Simeone 5 (Castro 6). All: Maran 5.

Top