Le PAGELLE di Bologna-Roma: Dzeko all’ultimo respiro. Kolarov infallibile. Mancini, troppe ingenuità

(K.Karimi – A.Papi) – I voti e le pagelle assegnate ai calciatori di Bologna e Roma dopo il 2-1 per i giallorossi:

-BOLOGNA-

Skorupski 6; Tomiyasu 5.5, Bani 6, Denswil 6, Dijks 6 (Krejci 6); Medel 5.5, Poli 6.5 (Palacio sv); Orsolini 6.5, Soriano 5.5, Sansone 7; Destro 5 (Santander 6). All: Tanjga 5.5

-ROMA-

Pau Lopez 7 – Letteralmente provvidenziale sull’1-1, quando si supera con un intervento clamoroso su Soriano. Molto impegnato con i piedi.

Florenzi 5.5 – L’ammonizione su Dijks rimediata nel primo tempo lo condiziona parecchio. È lui il terzino a rimanere bloccato per dare equilibrio alla squadra, ma non ha le giuste caratteristiche per essere il terzo dietro. Stanco esce stremato nel finale. (dal 70′ Spinazzola 7 – Come terzino molto più a suo agio di Florenzi. Non sbaglia neanche una scelta da quando entra in campo).

Mancini 5 – Al netto di decisioni controverse del sig. Pairetto, la prova del giovane stopper è ancora una volta troppo insicura. Due cartellini gialli evitabili e troppa sofferenza sul suo lato.

Fazio 6.5 – Tiene botta con maturità, sia nel quieto primo tempo sia in una ripresa più movimentata.

Kolarov 7 – Ancora tra i migliori, con una prova generosa e concreta. La punizione dell’1-0 è il solito gioiello col mancino. L’arbitro stava per rovinare tutto con la decisione controversa sull’episodio del rigore (il serbo interviene sul pallone) ma ciò non modifica l’andamento del suo gioco.

Cristante 6 – Il lavoro in mediana è tutto suo, alla fine se la cava dignitosamente. Senza infamia e senza lode.

Veretout 6.5 – Tanto lavoro oscuro ma anche tanti palloni mal giocati nella prima parte di gara. Cresce alla distanza, come un diesel: la progressione da cui nasce l’azione del 2-1 è tutta sua.

Kluivert 5.5 – Meno brillante delle ultime uscite, ma anche meno servito del solito. Non riesce a far male al connazionale Dijks. (dal 50′ Zaniolo 5.5 – Entra stranamente nervoso. A parte qualche buona difesa del pallone si nota poco).

Pellegrini 7 – Alterna nella prima ora di gioco assoli degni di nota ed errori grossolani. Nel finale esce il suo piglio da leader e pennella l’assist decisivo per Dzeko.

Mkhitaryan 5.5 – Mai nel vivo del gioco, fatica a trovare tempi e spazi da occupare. Nonostante avesse riposato giovedì, è sembrato essere tra i più opachi fisicamente. (dal 86′ Juan Jesus s.v.).

Dzeko 6.5 – Domenica difficilissima per il bomber bosniaco, marcato a uomo da un colosso come Denswil e  invisibile per gran parte del match, salvo procurarsi un rigore sacrosanto conquistato e non concesso nel primo tempo. Alla fine, all’ultimo respiro, infila il 91° sigillo in maglia giallorossa e regala la terza vittoria consecutiva, coppe comprese.

all. Fonseca – Arriva la terza vittoria consecutiva, la seconda in campionato, questa volta senza grande spettacolo e con un gioco sotto tono, ma forse anche per questo ancor più di valore. Nonostante l’inferiorità numerica, i ragazzi non mollano fino alla fine agguantando i 3 punti nell’azione finale. Se ci mettiamo dentro la prestazione oscena dell’arbitro Pairetto abbiamo il quadro del successo più importante della stagione.

Top