Pressing, condizione, idee e gol: il cantiere Fonseca convince

La Roma sta seguendo un percorso in salita. Prima due amichevoli contro avversarie di Serie D(Tor Sapienza e Trastevere), poi tre contro formazioni di Serie C (Gubbio, Rieti e Ternana), quindi è uscita dalle porte di Trigoria ed ha affrontato in trasferta una squadra di Serie B (Perugia) e due giorni fa ha sfidato una rivale della Ligue 1 (il Lilla, lo scorso anno 2° alle spalle del Psg). Il saldo: 41 gol segnati e 5 subiti. Niente male, no? Detto che adesso l’asticella si alzerà ancora in vista della sfida di mercoledì contro l’Athletic Bilbao e (soprattutto) di quella di domenica contro il Real Madrid, in generale si può dire che il cantiere aperto da Fonseca sta cominciando a funzionare.

Si sa che l’allenatore portoghese, visto il buon calendario dei primi turni di campionato, intende fare una partenza forte per galvanizzare l’ambiente e dare autostima al gruppo. L’impressione, infatti, è che dal punto di vista fisico la squadra stia rispondendo bene. Non è un caso che nelle ultime due partite giocate la Roma sia andata in gol nel finale, mostrando – soprattutto contro il Lilla – una ripresa nettamente superiore alla prima frazione.

Fonte: Gasport

Top