Le PAGELLE di Sassuolo-Roma: Mirante baluardo, Jesus in palla. Zaniolo e Under fantasmi

(K.Karimi – A.Papi) – I voti e le pagelle di Sassuolo-Roma, match valido per la 37.a giornata di Serie A conclusosi poco fa al Mapei Stadium:

-SASSUOLO-

Consigli 7; Lirola 6.5, Demiral 6.5, Ferrari 7, Rogerio 6.5; Duncan 6, Magnanelli 6, Locatelli 7 (Adjapong s.v.); Berardi 6.5, Djuricic 7 (Brignola 5.5), Boga 6 (Di Francesco s.v.). All. De Zerbi 6

________________________________________________________________________________

-ROMA-

Mirante 6.5 – Si conferma concentrato e decisivo tra i pali con la parata di piede a fine primo tempo su Djuricic. Non male nelle uscite basse.

Florenzi 6.5 – Galvanizzato dalla rete alla Juventus e dalla fascia di capitano ormai stabile sul suo braccio, si rende pericoloso con le sovrapposizioni sulla fascia. Non soffre più di tanto Boga.

Fazio 6 – Più pericoloso in attacco che brillante in difesa, dove spesso si fa attirare dai movimenti pericolosi di Djuricic. Nel finale segna un bel gol, poi annullato per fuorigioco, e sfiora la traversa da pochi passi.

Juan Jesus 7 – Dimostra affidabilità non sbagliando neanche un intervento. Esplosivo sulle gambe come nelle migliori occasioni, copre anche gli errori dei compagni di reparto.

Kolarov 6.5 – Meno ossessivo, come nelle ultime settimane, nella fase di ripartenza. Preferisce tenere botta su Berardi e lo fa discretamente. Dal suo piede nascono comunque pericoli rilevanti per la difesa emiliana.

Nzonzi 6 – Ormai le sue capacità sono chiare: abilissimo nel vincere contrasti e strappare palloni nella sua metà campo, molto meno brillante nel giocare in verticale o far ripartire l’azione.

Cristante 6.5 –  Come sottolineato da De Rossi nella conferenza di addio, è uno che non si risparmia mai. Si fa sentire con i compagni e corre fino alla fine. Perfetto l’inserimento in area pescato da Kolarov, con il colpo di testa in tuffo neutralizzato solo da un miracolo di Consigli. Qualche tentennamento di troppo nell’ultimo passaggio.

Zaniolo 5 – Involuzione fisiologica e preoccupante. Da qualche tempo non riesce ad incidere, ad entrare in partita e neanche a proteggere il pallone con il suo fisico prorompente. Utilizzato così è inutile e pure nocivo. (dal 65′ Pastore 5 – Tatticamente il suo ingresso alza il baricentro della squadra, ma l’argentino disputa una mezz’ora indolente, piena di stop sbagliati e inconsistenza. Nonostante la bella prova con il Cagliari la sua stagione resta indecente).

Under 5 – Lo si nota per qualche strappo laterale, ma Rogerio contro di lui fa un’ottima figura. Altro talento in involuzione completa. (dal 65′ Kluivert 5 – Non entra come al solito, appare svagato e caotico, tanto da colpire un palo clamoroso in maniera quasi ‘distratta’. Nel finale rimproverato anche dai compagni per l’atteggiamento).

El Shaarawy 6 – Più rifinitore che finalizzatore, anche se sul suo destro arriva il pallone più ghiotto della partita spedito clamorosamente al lato. Paga la giornata sfortunata dell’attacco senza incrementare il suo bottino. (dal 77′ Perotti 5 – Ci sarà un motivo se non giocava da settimane…)

Dzeko 5.5 – Bene di sponda, meno nell’attacco alla profondità. Non riceve tantissime palle nitide da spingere in rete, ma la sensazione che non abbia più quella brillantezza è ormai costante. Arriva al tiro in almeno un paio di occasioni ma non va oltre un palo scheggiato.

All. Ranieri – La Roma gestisce possesso e ritmi nel primo tempo, soffrendo la maggiore verve del Sassuolo. Riceve una bella risposta dalla squadra nella ripresa dove manca solo il goal per coronare una prestazione di buon livello. La porta sembra stregata e questo punto toglie ogni speranza di inseguimento Champions. Di sicuro la stagione non diventa fallimentare per il pareggio di oggi. Chiedere al mister più di così in queste condizioni non sarebbe nemmeno giusto.

Top