Eusebio fino a Natale divide il gruppo per tre

Trigoria Di Francesco in allenamento

(G. Lengua) – Voglio tutto e lo voglio subito. È questo il Di Francesco pensiero dopo lo 0-0 del Bentegodi: le competizioni in ballo vanno azzannate e portate a casa senza pensarci due volte. Una diffida (come nel caso di Nainggolan che se ammonito stasera salterà la Juventus) non può influire sulla formazione anti-Cagliari (previsti meno di 35 mila spettatori, maglie con il logo Telethon). Partiamo dalla difesa: la linea sarà composta da Florenzi, Manolas, Jesus e Kolarov. Il brasiliano è in ballottaggio con Fazio e non è ancora arrivato il momento di Emerson, che giocherà mercoledì in coppa Italia contro il Torino (stadio Olimpico ore 17.30) perché è ancora presto per farlo partire titolare. Sarà a centrocampo, però, che l’allenatore farà qualche valutazione in più: certo del posto è De Rossi che rientra dallo stop di due giornate, mentre Nainggolan è in diffida e Strootman in settimana è stato fermato dall’influenza. Per Di Francesco, il rischio squalifica del Ninja è un falso problema quindi, nel caso in cui uno dei due dovesse riposare, sarà l’olandese (titolare nelle ultime quattro partite) per lasciare spazio a Pellegrini. Pochi dubbi in attacco, dove il tridente Schick-Dzeko-Perotti è chiamato a portare gol ad un reparto in evidente affanno. A proposito di Patrik: la sua unica doppietta italiana l’ha segnata contro i sardi lo scorso anno in Coppa Italia. I giallorossi sono imbattuti nelle ultime sei partite di campionato giocate contro il Cagliari, mentre la squadra di Lopez va a segno da otto gare di fila.

VERSO IL TORINO – Tra Cagliari e Juventus c’è di mezzo il Torino, squadra da battere per superare gli ottavi di Coppa Italia ed accedere ai quarti. Di Francesco darà una chance a chi in campionato e Champions non ha avuto spazio: il portiere titolare, salvo ripensamenti, sarà Skorupski, mentre in difesa Peres prenderà il posto di Florenzi ed Emerson quello di Kolarov, Moreno, invece, è a caccia di una maglia da titolare (ultima volta dal 1′ con il Crotone il 25 ottobre). A centrocampo giocheranno Gonalons e Pellegrini ed uno tra Strootman e Nainggolan, in attacco ballottaggio tra Gerson ed Under, Schick sarà la prima punta ed El Shaarawy andrà alla ricerca del gol che manca dal Genoa. Defrel rientrerà nella lista dei convocati.

TUTTI AGLI STUDIOS – Un undici così composto permetterà ai titolari di rifiatare e allenarsi con tranquillità in vista della Juventus del 23 dicembre. Di Francesco vuole tentare il colpaccio ed arrivare a Torino con un tridente d’attacco rodato, cinico e concreto: Schick, Dzeko e Perottiavranno l’opportunità di regalare alla Roma la prima vittoria allo Stadium. Domani sera agli Studios in via Tiburtina la tradizionale cena di Natale organizzata dal club con squadra e dirigenza.

Fonte: il messaggero

Top