GAZZETTA.IT Roma-Florenzi, c’è la firma sul rinnovo fino al 2019. Guadagnerà il doppio

Florenzi
Florenzi

(C. Zucchelli) – L’accordo è stato trovato qualche settimana fa, oggi l’annuncio ufficiale: Alessandro Florenzi e la Roma si legano fino al 2019. L’accordo in vigore fino al 2016 è stato prolungato per altre 3 stagioni, lo stipendio è stato più che raddoppiato, visto che l’ex capitano della Primavera andrà a guadagnare, bonus compresi, quasi 2 milioni di euro.

SEMPRE PRESENTE — Florenzi nei mesi scorsi era stato cercato sia da alcuni club di Premier che dalla Fiorentina di Montella, l’allenatore che lo ha fatto esordire in Serie A il 22 maggio 2011 durante Roma-Sampdoria. Subentrato al posto di Totti (oggi uno dei suoi più cari amici), Florenzi è andato un anno al Crotone in prestito e in pochissimi, a Trigoria, scommettevano che sarebbe rientrato alla base. L’anno in Calabria invece, 37 presenze complessive tra Serie B e Coppa Italia e 11 gol, ha convinto la Roma a riprenderlo (pagando un milione di euro) e tutti gli allenatori che lo hanno avuto (Zeman, Andreazzoli e Garcia) lo hanno sempre impiegato con continuità, soprattutto grazie alla sua duttilità. Ha giocato esterno di difesa e d’attacco, è stato impiegato come centrocampista e ha giocato finora 104 partite (esordio compreso) segnando 12 reti.

VERSO UDINE — Martedì al Friuli Florenzi si gioca un posto in attacco con Totti e Destro: se almeno uno dei due dovesse recuperare, Garcia sembra orientato a schierare la punta centrale con Ljajic e Iturbe, altrimenti spazio al tridente leggero. La situazione del capitano e di Destro cambia di giorno in giorno: ieri sembrava in vantaggio l’ex Siena, che però continua a lavorare a parte mentre Totti ha ripreso ad allenarsi con i compagni. Considerando che alla partenza per Udine mancano ancora 48 ore, tutto può ancora succedere.
Top