LEGGO La Roma non ha il passo-Juve Garcia: “È un buon punto”

Strootman

(F.Balzani) – Una mezza stecca nella Scala del calcio e la Roma si allontana dalla Juve a due turni dalla sfida di Torino contro i bianconeri (il 5 gennaio). Nel gelo di Milano i giallorossi non sono andati oltre un pari spettacolare che lascia tanti rimpianti per gli errori sotto porta e un paio di disattenzioni in difesa pagate caro che hanno permesso al Milan di rimontare (mai la Roma aveva subito 2 gol in una partita quest’anno. l’ultima volta era stato il 30 marzo a Palermo: 2-0). Resta la striscia d’imbattibilità iniziata proprio a San Siro col Milan nella penultima giornata della scorsa stagione.[…]

Riguardo alla partita il francese è contento a metà: «Vedere il Milan aspettare il gioco della Roma mi fa piacere, vuol dire che tutti hanno rispetto per noi. Abbiamo giocato per vincere e giocato bene soprattutto i primi 20 minuti del secondo tempo contro l’unica squadra di A rimasta in Champions. Potevamo fare meglio, il pressing alto non è sempre funzionato e abbiamo sbagliato alcune occasioni. Dietro abbiamo ballato più del solito, ma loro hanno grandi giocatori».

La Roma ha pagato l’uscita dal campo per infortunio di Castan (trauma contusivo all’anca)lasciando spazio a un Burdisso non all’altezza. Garcia a sorpresa aveva deciso di escludere Florenzi e (soprattutto) Totti preferendo l’inedito tridente formato da Ljajic, Destro e Gervinho. L’ex-bomber del Siena lo ha ripagato con il secondo gol consecutivo per poi calare alla distanza e fare spazio a un Totti ancora non al top. «Non hanno ancora i 90’ e ho deciso di dividere il tempo tra il capitano e Mattia», ha concluso Garcia. «Volevamo vincere, ma il Milan è sempre il Milan e resta una squadra tosta – ha detto invece Benatia, migliore in campo – Noi comunque continuiamo a non perdere e non molliamo la corsa alla Juve. […]»

Top