IL DUELLO Borriello contro Thereau

 

Borriello vs Thereau

Nella 10a giornata del campionato di Serie A, la Roma di Rudi Garcia ospita all’Olimpico il Chievo di Sannino. I giallorossi, a punteggio pieno in classifica e reduci dalla trasferta vittoriosa in Friuli contro l’Udinese, vanno alla ricerca del decimo successo consecutivo, che permetterebbe loro di andare a quota 30 punti e di scrivere un’altra pagina di storia. Dall’altra parte, i gialloblu, ultimi in classifica, vengono a Roma consapevoli di affrontare la squadra più in forma del campionato e di avere poche speranze di far risultato: ma mister Sannino si gioca la panchina e senza dubbio motiverà a dovere i suoi per cercare l’impresa. Lo sanno i tifosi della Roma,  e lo sa anche Rudi Garcia, che in conferenza stampa ha parlato di come “quella con il Chievo sarà la partita più difficile da inizio campionato”. Una gara quindi da non sottovalutare e da vincere. E per farlo, il tecnico francese, con Totti ancora out, si affiderà come ad Udine ai centimetri di Marco Borriello. Il numero 22 giallorosso, che contro i friulani non ha brillato, sarà chiamato di nuovo a guidare l’attacco giallorosso anche contro i clivensi ed a dimostrare, a chi tifava per una sua cessione, di meritarsi la maglia della Roma. Di fronte a se, il bomber napoletano troverà il francese Cyril Théreau: è lui infatti l’uomo scelto da Giuseppe Sannino per sobbarcarsi sulle spalle l’attacco clivense, che in questo avvio di stagione ha messo a segno solamente 7 reti. Una sfida tra due attaccanti dotati di un buon dinamismo e di una buona potenza fisica, capaci entrambi di far reparto da soli e di tener palla per far salire la squadra. E allora che il duello abbia inizio, Roma-Chievo passa per i loro piedi.

Borriello in allenamento

MARCO BORRIELLO

Marco Borriello nasce il 18 giugno 1982 a Napoli. Cresciuto nelle giovanili del Milan, dove arriva all’età di quattordici anni, nel 1999 viene ceduto in comproprietà al Treviso. A Treviso non scende mai sceso in campo con la prima squadra ma solo con la formazione Primavera, con segna 10 reti il primo anno e 13 in 12 gare il secondo. Nel gennaio 2001 passa in prestito alla Triestina, in Serie C2. Con la squadra alabardata segna il primo gol tra i professionisti il 29 aprile 2001 contro il Novara e, dopo i play-off, dovegioca tutte e quattro le partite segnando anche la rete del 2-0 nella finale di ritorno contro il Mestre, conquista la promozione in Serie C1. Nella stagione 2002-2003 il Milan riscatta dal Treviso la seconda metà del cartellino di Borriello, che però, nonostante delle buone prestazioni nel precampionato, trova poco spazio. Riesce comunque a segnare il suo primo gol in maglia rossonera in partite ufficiali in una gara di Coppa Italia ed a esordire in Champions League il 29 ottobre 2002 in Lens-Milan 2-1, subentrando a Shevshenko all’inizio del secondo tempo. Dopo tre stagioni passate in prestito tra Reggina, Sampdoria e Treviso, nell’estate 2007 il Milan lo cede in comproprietà al Genoa per 2 milioni di euro.  Il 26 settembre mette a segno la sua prima tripletta in Serie A, nella partita contro l’Udinese terminata 3-2 in favore della squadra genovese. Il 2 dicembre raggiunge quota 100 presenze in Serie A, che ha festeggiato siglando il gol nell’1-1 a Torino contro i granata. L’ottima stagione in rossoblu di Borriello prosegue, tanto che la punta risulta essere quasi sempre tra i migliori in campo ed il Milan decide di riscattare l’altra metà del cartellino per 7,5 milioni di euro. Finalmente Borriello riesce a trovar spazio con la maglia rossonera, e dal settembre 2008 al giugno 2010 colleziona 37 presenze e 15 reti con la maglia del Milan. Il 31 agosto 2010 viene ceduto alla Roma. Esordisce con la maglia giallorossa l’11 settembre 2010 nella partita persa per 5-1 contro il Cagliari allo Stadio Sant’Elia. La giornata successiva, nella partita Roma-Bologna (2-2), segna il suo primo gol in giallorosso. Dopo un anno e mezzo di permanenza nella capitale, il 3 gennaio 2012, viene ceduto in prestito alla Juventus. Il 25 aprile 2012, dopo essere subentrato ad Alessandro Matri nel corso del secondo tempo, segna il suo primo gol con la maglia bianconera contro il Cesena, al 79′ minuto: rete che vale la vittoria della Juventus per 1-0 nei confronti della squadra romagnola; è anche la prima marcatura stagionale per Borriello, che non segnava da 11 mesi. A fine stagione la Juventus decide di non esercitare l’opzione per il riscatto ed il giocatore fa ritorno alla Roma, che il 31 agosto 2012 lo cede in prestito al Genoa. Con il Genoa, nella stagione 2012-2013 colleziona 28 presenze e 12 reti in gare ufficiali. Dopo essere ritornato nella capitale a fine stagione, la Roma decide di tenerlo in rosa. Nella nuova esperienza in giallorosso trova subito spazio: infatti Rudi Garcia lo schiera titolare nella prima giornata di campionato, vinta dalla Roma per 2-0 a Livorno.

Cyril Thereau

CYRIL THEREAU

Cyril Théréau nasce 24 aprile 1983 a Privas, in Francia. Cresciuto calcisticamente nel Laragne, nel 2003 passa all’US Orléans. Nei primi mesi della stagione 2004-05 segna 12 reti in 10 presenze ed attira l’attenzione dell’Angers SCO, neopromosso in Ligue 2, che lo acquista a dicembre 2004. La squadra ritorna a fine stagione in National e Théréau si rende protagonista con 8 reti in 29 match. Alla scadenza del contratto con l’Angers SCO nell’estate 2006 viene ingaggiato dai belgi del Charleroi, su consiglio di Patrick Remy, allenatore del Guingamp al presidente Abbas Bayat. Dopo 6 reti nella ritiro precampionato, Théréau segna 3 gol nelle prima quattro partite di Jupiler League, conquistando la momentanea vetta della classifica marcatori. Nel gennaio 2006, gli osservatori della Steaua Bucarest, rimasti impressionati dalle giocate di Thereau, decidono di acquistare la punta francese. Alla Steaua Bucarest gioca in Champions League e segna 10 reti in 17 presenze in campionato, risultando il secondo miglior cannoniere della sua squadra e segnando una tripletta nella vittoria per 6-0 contro il Naţional Bucarest.Il 26 giugno 2007 annuncia la firma con l’Anderlecht, tornando così dopo una sola stagione nel campionato belga. Nella prima parte di stagione gioca solo 11 partite, di cui 4 da titolare, segnando una sola rete. A gennaio 2008 viene ceduto in prestito di nuovo allo Charleroi, dove conclude la stagione con 5 reti in 15 presenze. Il 24 agosto 2010 viene ufficializzato il suo arrivo in Italia al Chievo Verona. Il suo primo gol in gialloblù lo segna il 24 ottobre 2010 nella vittoria interna 2-1 contro il Cesena, dove mette a segno la rete della vittoria durante i minuti di recupero. Ad oggi, Thereau ha collezionato 91 presenze e 19 reti in gare ufficiali con la maglia del Chievo.

A cura di Edwin Iacobacci

Top