CORRIERE DELLA SERA Totti firma. Pallotta su di giri: «Che bravo Garcia»

Totti

(G. Piacentini)  – «Il rinnovo di Totti? Non sapevo dovessimo farne uno…». Non si è fatto trovare impreparato,James Pallotta, al suo arrivo nella Capitale. Il presidente giallorosso, atterrato ieri mattina presto con un volo privato all’aeroporto di Ciampino insieme al suo collaboratore Alex Zecca, ha dribblato con una buona dose di ironia le inevitabili domande sul contratto del capitano della Roma. Argomento, il rinnovo, che non è mai stato in discussione e infatti proprio nella serata di ieri, è arrivato l’annuncio della firma che legheràTotti alla società giallorossa per altre due stagioni, sino al 30 giugno 2016. Francesco quindi chiuderà un’irripetibile carriera a 40 anni: stamane, a Trigoria, alle 14, in una conferenza stampa Pallotta illustrerà i dettagli dell’accordo e del nuovo contratto (3,2-3,3 milioni netti all’anni, confermato anche il quinquennale da dirigente a 600 mila euro netti all’anno).

Sempre ieri, il presidente ha parlato del nuovo stadio, argomento dibattuto a lungo dopo le perplessità manifestate da Paolo Fiorentino, vice d.g. di UniCredit e membro del cda giallorosso, e dal sindaco di Roma, Ignazio Marino, che ha dichiarato di aspettare un progetto da parte dei dirigenti romanisti. «Per lo stadio stiamo lavorando da diciotto mesi – ha proseguito Pallotta – Io non ho mai detto quando ci sarà l’annuncio, ci stiamo solo impegnando duramente: abbiamo dei grandi progetti ed è per questo che dobbiamo lavorare a fondo. Unicredit scettica? Credo che le parole di Fiorentino siano state riportate male, penso volesse riferirsi alla difficoltà di costruire qualcosa a Roma, ma questo non cambia nulla riguardo ai termini della questione. Non credo che Unicredit abbia detto qualcosa di differente ».

Le soddisfazioni, in questo periodo, arrivano soprattutto dal campo. Pallotta ritrova una squadra in testa alla classifica, cosa mai successa sotto la sua gestione. «Ci sono stati dei buoni cambiamenti nello staff e anche in campo, che è la cosa più importante. Rispetto allo scorso anno si respira un’atmosfera diversa». Gran parte del merito è del tecnico Rudi Garcia, al quale ha fatto i complimenti per come sta guidando la squadra, ma anche i calciatori stanno recitando la loro parte: Pallotta si è soffermato alcuni minuti con loro senza parlare, sembra, del derby, per non caricarli di eccessive tensioni.

Il presidente, che in serata ha riunito a cena la dirigenza giallorossa al completo, è rimasto per tutta la mattina nel centro sportivo giallorosso ed è stato immortalato da Alex Zecca, che poi ha postato la foto su Twitter, mentre «cavalcava » un trattore: «Il presidente – il commento del collaboratore di Pallotta – dà una mano a Trigoria». Lo scatto ha fatto immediatamente il giro del web, provocando gli sfottò dei tifosi biancocelesti, ai quali non è sembrato vero di poter associare, per una volta, un’immagine così «bucolica» alla società giallorossa. Il derby, ma Pallotta non può saperlo, a Roma è anche questo.

Top