ROMA-INTER 2-1 La Roma vince, ma la qualificazione resta in bilico

Florenzi
La Roma supera l’Inter nella semifinale di andata di Coppa Italia, ma la qualificazione resta aperta. Reti di Florenzi e Destro nella prima mezzora, poi un fuorigioco sbagliato permette a Palacio di accorciare. Ripresa senza grandi emozioni.

PRIMO TEMPO – Zeman ripropone Stekelenburg in porta e sceglie Burdisso al fianco di Marquinhos. Stramaccioni cambia tre uomini rispetto a domenica scorsa, infoltisce il centrocampo e lascia Palacio solo in avanti. Primi 10 minuti di studio, in cui c’è da segnalare un gran recupero di Marquinhos su Cambiasso. Poi al 13′ Florenzi svetta di testa su un cross dalla destra di Piris e insacca alle spalle di Handanovic: 1-0 Roma. Rispondono i nerazzurri con un buon contropiede al 16′, Guarin colpisce il palo esterno. L’undici di Zeman ha la palla del raddoppio al 18′, Totti perde troppo tempo a dribblare Handanovic, Lamela va a botta sicura ma Zanetti salva sulla linea. Il match è intenso, l’Inter tenta di giocare con la linea difensiva giallorossa, mentre Lamela si invola al 27′ ma tira col destro e non inquadra lo specchio. Il 2-0 arriva al 32′: altro traversone di Piris, Destro anticipa Chivu e batte di nuovo il portiere sloveno. Cinque minuti dopo una traiettoria beffarda per poco non regala il terzo gol alla Roma, poi dall’altra parte miracolo di Stekelenburg sulla bomba di Guarin. Al 43′ disattenzione fatale della retroguardia romanista, Cambiasso calcia la punizione e Palacio eludendo il fuorigioco realizza il 2-1.

SECONDO TEMPO – Stramaccioni inserisce Nagatomo al posto di Obi all’inizio della ripresa. Il ritmo della partita cala, l’Inter guadagna un po’ di campo e si rende pericolosa con due tiri di Guarin a cavallo del 55′. Esce Marquinhos al 59′, entra Castan. La Roma prova ad allungare con il destro potente di Totti al 64′, ma il capitano non è in una delle sue serate migliori. Altro cambio per l’Inter, Gargano prende il posto di Benassi. Rischiano i giallorossi al 67′, Palacio per due volte può colpire a botta sicura ma alla fine la difesa riesce a deviare il tiro e Stekelenburg para. Due minuti dopo un tiro-cross di Totti sfiora il palo, poi Destro non arriva sul passaggio preciso di Florenzi. Stramaccioni fa entrare anche Alvarez al posto di Alvaro Pereira. E’ proprio l’argentino a tentare il tiro a giro al 76′, mentre Perrotta rileva Florenzi. Assalto finale dell’Inter che non va a buon fine, poi all’85’ esce Totti per Marquinho. All’89’ Lamela perde l’attimo per la conclusione decisiva, l’ultimo tiro è di Bradley ma il risultato non cambia più.

Ivo Mauro

Top