IL FISCHIETTO Rocchi dopo il derby ritrova ancora la Roma

Arbitro Rocchi

Gianluca Rocchi è il nome selezionato per la direzione di Roma-Milan, in programma Sabato sera all’Olimpico. Dunque un altra sfida di prestigio affidata alla guida del fischietto fiorentino, il quale dopo aver diretto il derby di quest’ anno tra Lazio e Roma, terminato con esito sfavorevole per i colori giallorossi avrà modo di condurre per la prima volta un’ altra classica del massimo campionato nazionale,sfida delicata per la lotta all’Europa. Arbitro di grande esperienza, con alle spalle oltre 200 partite di cui 132 in Serie A e circa 25 gettoni complessivi in gare internazionali, la sua designazione è motivata dall’esigenza di una direzione di gara autorevole, in una partita dall’alto contenuto emotivo, fisico ed agonistico, che richiede certamente un giudice navigato e di grande personalità. Rocchi fra le altre cose vanta già due direzioni nella stracittadina, con risultato favorevole alla Roma in entrambe le occasioni.

CARRIERA – Gianluca Rocchi, nato a Firenze nel 1973, fa parte della sezione AIA della sua città natia. Gli inizi della sua carriera arbitrale tra i professionisti avvengono nel 2000 con l’approdo alla CAN C dove permane per circa 3 stagioni arbitrando 38 partite, tra cui una finale play-off, quella tra Rimini e Gubbio. Nel 2003 compie il primo salto di qualità della sua carriera venendo promosso nella serie cadetta dall’allora designatore Mattei che ravvisa in lui le qualità necessarie per poter emergere nel mondo arbitrale: Nella breve permanenza in Serie B il fischietto fiorentino dirige 27 incontri, comminando in totale 137 ammonizioni, una media di 5 cartellini a partite da cui scaturiscono 4 espulsioni per somma di gialli che si aggiungono a due allontanamenti dal perimetro di gioco per rosso diretto;appena 3 i penalty concessi. Le sue performance, e la grande personalità, vengono apprezzate dalla categoria arbitrale al punto da venire scelto, come accaduto nella categoria inferiore, per dirigere una gara dei play-off in Serie B, incontri da dentro o fuori dove il carattere e la concentrazione per un arbitro sono condizioni irrinunciabili al fine di dimostrarsi all’altezza della situazione.

SERIE A – Il debutto in serie A è datato 16 Maggio 2004 ed avviene nell’ultima giornata di campionato con l’assegnazione di Lecce-Reggina, gara che sancisce l’inizio di un progressivo avanzamento professionale per la giacchetta nera toscana, dimostratasi all’altezza della massima divisione nazionale, bruciando rapidamente le tappe. L’anno successivo Rocchi viene insignito del premio “Giorgio Bernardi”, consegnato al miglior giovane arbitro debuttante in serie A. Nella stagione 2005-2006 inizia a collezionare sempre più gettoni di presenza, complice la messa al bando del sistema di designazione arbitrale, non particolarmente favorevole ai giovani arbitri. In Serie A ha diretto fin ora la bellezza di 132 incontri, numeri importanti che ne fanno un veterano della classe arbitrale,commutando nell’insieme 649 ammonizioni, per una media di 4,8 cartellini per incontro, 31 espulsioni per somma di cartellini gialli e 31 espulsioni dirette, a testimonianza che, quando c’è da prendere decisioni importanti, non si tira certo indietro. I tiri dal dischetto assegnati nel campionato italiano ammontano invece a 33. Piccolo neo nella sua altrimenti brillante carriera, è rappresentato dal coinvolgimento in Calciopoli, scagionato però dalla sentenza definitiva e neanche sospeso dall’AIA durante il periodo processuale, decisamente convinta della sua estraneità ai fatti contestati. In compenso vanta un curioso primato: Rocchi infatti è l’unico arbitro italiano ad aver diretto a distanza di soli tre giorni due partite relative alla medesima giornata di campionato avendo avuto modo di arbitrare nella 12ª giornata del campionato di serie A 2008/2009 sia Juventus-Genoa che Roma-Lazio,in un secondo momento. Nel luglio 2009 riceve dall’AIA il premio Giovanni Mauro, proposto dalla FIGC e riservato al direttore di gara che si è maggiormente distinto nel corso dell’ultima stagione sportiva.

INTERNAZIONALI – Il direttore di gara della sezione di Firenze possiede un curriculum internazionale di assoluto livello che consta di 12 direzioni in Champions League, 4 delle quali in incontri di qualificazione, 10 in Europa League ed un totale di 5 direzioni tra qualificazione agli Europei e Mondiali. Il 12 maggio 2010 è designato come IV° Ufficiale in occasione della finale di Europa League ad Amburgo tra Atletico Madrid e Fulham, diretta da Nicola Rizzoli.Dal 1 luglio 2010 viene inserito nella categoria degli arbitri UEFA Elite. Nel settembre 2010 fa il suo esordio nella fase a gironi della UEFA Champions League, dirigendo un match tra i tedeschi dello Schalke 04e i portoghesi del Benfica. Al termine della stagione 2010-2011, viene inoltre scelto per la semifinale di ritorno di Europa League tra Villarreal e Porto. Nel marzo del 2012 è selezionato ufficialmente come arbitro di porta in vista di Euro 2012, nella squadra arbitrale diretta dal connazionale Nicola Rizzoli. Nell’aprile dello stesso anno è chiamato, per la prima volta, a dirigere un quarto di finale di Champions League. La sfida è quella che vede di fronte, nel match di ritorno dello stadioSantiago Bernabéu, il Real Madrid e l’APOEL.

PRECEDENTI CON LA ROMA – giallorossi e Rocchi si sono incontrati spesso dall’approdo in Serie A del fischietto fiorentino, costituendo un singolare primato: la Roma è la squadra più volte diretta da Rocchi. Sono infatti ben 25 le occasioni in cui il direttore di gara in questione ha fischiato i giallorossi. Il bilancio non è particolarmente sfavorevole agli uomini di Zeman i quali hanno ottenuto 10 successi, 8 pareggi a fronte di 7 sconfitte, 3 delle quali sempre al cospetto della Juventus, autentica bestia nera negli incroci con quest’arbitro. Il numero totale di ammonizioni ricevute da Totti e compagni è di 58, circa 2,32 cartellini per partita, media piuttosto bassa in relazione ad altri fischietti. Le espulsioni nel complesso sono 4, 2 per somma di gialli ed altrettante dirette. Ancora fresco il ricordo dell’espulsione a De Rossi reo di aver colpito Mauri al volto. Sono invece 3 i tiri dal dischetto assegnati ai giallorossi. Per quanto concerne le ammonizioni “ottenute” dal club capitolino nei confronti degli avversari, sono 75 che in 8 occasioni sono valse la superiorità numerica per somma di gialli, a cui si aggiungono 2 rossi diretti. L’unico passivo è rappresentato dal borsino rigori con gli avversari che hanno beneficiato di 4 tiri dagli undici metri.

 

TUTTI I PRECEDENTI TRA ROCCHI E LA ROMA:

13-02-2012  Siena – Roma 1-0

05-11-2011  Novara – Roma 0-2

03-04-2011 Roma – Juventus 0-2

09-01-2011  Sampdoria – Roma 2-1

01-05-2010  Parma – Roma 1-2

11-04-2010  Roma – Atalanta 2-1

06-01-2010 Cagliari – Roma 2-2

08-11-2009  Internazionale – Roma 1-1

23-09-2009  Palermo – Roma 3-3

30-08-2009  Roma – Juventus 1-3

10-05-2009  Cagliari – Roma 2-2

21-03-2009  Roma – Juventus 1-4

08-02-2009  Roma – Genoa 3-0

18-01-2009  Torino – Roma 0-1

16-11-2008  Roma – Lazio 1-0

01-03-2008  Roma – Parma 4-0

16-12-2007  Torino – Roma 0-0

31-10-2007  Roma – Lazio 3-2

16-09-2007 Roma – Torino 0-1

14-01-2007 Messina – Roma 1-1

25-10-2006  Roma – Ascoli 2-2

24-09-2006 Parma – Roma 0-4

18-12-2005  Sampdoria – Roma 1-1

PRECEDENTI TRA IL MILAN E ROCCHI – I rossoneri ed il direttore di gara toscano annoverano 19 precedenti con un bilancio sfavorevole al Milan. Infatti sono appena 6 i successi, 4 i pareggi e ben 9 le sconfitte nel corso delle partite arbitrate da Rocchi. Sul versante disciplinare però non possono certo lamentarsi gli uomini di Allegri in quanto nel confronto sanzioni emergono 39 cartellini gialli ricevuti e 51 avuti a “favore” così come è nettamente in attivo il computo delle espulsioni con il Milan costretto in inferiorità 2 volte a fronte di 6 espulsioni, 3 per somma di gialli e 3 dirette,di cui i rossoneri hanno potuto avvalersi. Anche il borsino rigori parla abbastanza chiaro: 6 penalty assegnati a favore e appena 3 contro.

TUTTI I PRECEDENTI TRA ROCCHI E IL MILAN

29.09.2012 Parma – Milan 1:1

11.12.2011 Bologna – Milan 2:2

09.09.2011 Milan – Lazio 2:2

28.02.2011 Milan – Napoli 3:0

12.12.2010 Bologna – Milan 0:3

30.10.2010 Milan – Juventus 1:2

24.01.2010 Inter – Milan 2:0

05.12.2009 Milan – Sampdoria 3:0

04.10.2009 Atalanta – Milan 1:1

01.03.2009 Sampdoria – Milan 2:1

30.11.2008 Palermo – Milan 3:1

02.11.2008 Milan – Napoli 1:0

14.09.2008 Genoa – Milan 2:0

12.04.2008 Juventus – Milan 3:2

27.01.2008 Milan – Genoa 2:0

27.05.2007 Reggina – Milan 2:0

22.10.2006 Milan – Palermo 0:2

18.01.2006 MilaN – Ascoli 1:0

 

Top