LA REPUBBLICA Confronto tra De Rossi e Sabatini. Bilancio: passivo di 71,5 milioni

Sabatini

(F.Ferrazza) – Con la città che fatica a smaltire le tossine post derby, la Roma ha ripreso a lavorare ieri pomeriggio a ranghi ridottissimi. Cerca di uscire dalla crisi, la squadra, mentre la società lavora sui conti, alle prese con un bilancio piuttosto preoccupante. Zeman ha ritrovato solamente parte degli uomini che hanno perso contro la Lazio, complici le varie nazionali. Assenti ben otto giocatori (Balzaretti, Florenzi, Destro, Bradley, Castan, Piris, Pjanic, Tachtsidis), con De Rossi e Osvaldo che non si sono visti sul campo per acciacchi fisici.

Il centrocampista ieri ha avuto un confronto piuttosto diretto e duro con Sabatini, che gli ha comunicato la multa che dovrà pagare per le tre giornate di squalifica, proprio mente veniva, al contrario difeso dall’ex compagno di squadra, ora all’Olympiacos, Greco. “È vergognoso quello che gli sta accadendo — le parole del giocatore a RadioManàManà — credo stiano riuscendo a venderlo. Sono riusciti a cambiare la mentalità della gente che prima scendeva in piazza per difenderlo”.

Chissà se legato a questo discorso ci sia il pesante ingaggio che tanto pesa sulle casse di una società che ha un passivo di ben 71,5milioni di euro netti, per un aumento, in soli tre mesi, di 16,7 milioni. Un peso enorme, reso noto ieri e registrato a fine settembre, giustificato in un comunicato con la mancata partecipazione alle coppe e dalla generale recessione che vivono i mercati internazionali.

Top