IL MESSAGGERO La Primavera della Roma conquista la Supercoppa

La gioia dopo la consegna della Coppa

(B.Saccà) – La Roma Primavera vince la Supercoppa italiana. La squadra giallorossa liquida i campioni d’Italia dell’Inter per 2-1 a Busto Arsizio, conquistando il trofeo per la prima volta nella storia. La formazione di Alberto De Rossi, priva di Nico Lopez e di Romagnoli, domina il primo tempo, ma soffre tanto durante la ripresa. Il portiere Svedkauskas compie una serie di interventi che salvano il risultato, e diventa così il protagonista della serata romanista. La Roma offre una prestazione complessivamente in chiaroscuro, pur avendo diverse attenuanti. La rosa ha infatti subìto una rivoluzione rispetto alla stagione scorsa per via dell’abbassamento del limite di età previsto dal regolamento; gli innesti sono molto giovani – il difensore Calabresi è del 1996 –; e la squadra non ha ancora assimilato tutte le indicazioni tattiche dell’allenatore.

La Roma apre le marcature dopo tre minuti grazie al romeno Bumba, che sfrutta un cross di Frediani per battere il portiere avversario Dalle Vedove con un colpo di testa. La Roma controlla l’andamento della gara con una certa tranquillità: le verticalizzazioni e gli inserimenti confondono i nerazzurri, e ne inibiscono le iniziative. Poi, M’Baye colpisce Frediani con una manata, e riceve il cartellino rosso dall’arbitro Maresca. I detentori della Coppa Italia approfittano allora della superiorità numerica, e raddoppiano con Frediani, che capitalizza una passaggio filtrante ricamato da Matteo Ricci (45’). Nel secondo tempo, i giallorossi calano senza una ragione. L’Inter esercita una forte pressione, e la Roma si lascia schiacciare. Ora i ragazzi di De Rossi sembrano in svantaggio di un uomo. E l’interista Livaja accorcia le distanze trasformando un calcio su punizione (58’) con un tiro che brucia Svedkauskas. La Roma rischia di subire la rete del pareggio almeno in tre occasioni: Svedkauskas è un muro, e para tutto, però.

L’allenatore Alberto De Rossi può sorridere alla fine partita. «Nella ripresa siamo venuti meno nonostante l’uomo in più, data la forza dei nostri avversari. Sono molto contento per questa vittoria, può essere uno stimolo per i nostri giovani. Nel primo tempo abbiamo recuperato molti palloni e verticalizzando abbiamo costruito la nostra vittoria. Nella ripresa siamo calati. Allenare la prima squadra? I grandi li lascio agli altri», sussurra, felice per aver inserito anche la Supercoppa Primavera nella propria bacheca, già nobilitata da due scudetti e da una Coppa Italia Primavera oltre che da un titolo ottenuto con i Giovanissimi. E anche Daniel Pablo Osvaldo si complimenta. «E dajeeeee! Complimenti ai ragazzi e al mister De Rossi per la vittoria! Forza Roma!», il messaggio dell’attaccante attraverso twitter.

Top