CORRIERE DELLO SPORT Bradley si fa male, per lui niente Inter. Totti resta in dubbio

Bradley

(Corriere dello Sport) Un imprevisto antipatico ha sfregiato la ripresa degli allenamenti della Roma: Michael Bradley si è infortunato e salterà l’Inter. E’ un residuo dell’impegno di domenica sera. Negli ultimi minuti della partita con il Catania, Bradley ha rimediato una lesione di primo grado alla coscia destra, come ha evidenziato la risonanza a cui è stato sottoposto ieri pomeriggio. Curiosamente la cosa migliore della sua serata è stata il lancio per Nico Lopez, che poi avrebbe segnato il 2-2, quando già la coscia si era irrigidita. Considerando che dopo la trasferta a San Siro c’è la sosta, Bradley potrebbe tornare disponibile alla terza giornata: il 16 settembre contro il Bologna. Dunque non andrà nemmeno in Giamaica, dove la nazionale Usa gioca il 7 settembre una partita di qualificazioni mondiali: la sua idea è giocare la partita di ritorno in programma negli Stati Uniti, a Columbus, quattro giorni più tardi. Ma non sarà così semplice.

DISAPPUNTO -E’ un problema per Zeman, che aveva individuato in Bradley un titolare affidabile per il suo centrocampo a tre. «Michael è eccezionale come atteggiamento» aveva raccontato l’allenatore soltanto pochi giorni fa, in conferenza stampa. Adesso, invece, si pone il problema della sua sostituzione: secondo la logica rigorosa dei ruoli, contro l’Inter dovrebbe essere promosso titolare Florenzi, che durante la fase di preparazione al campionato era stato sempre provato come intermedio destro, ma qualche possibilità di giocare l’ha anche Tachtsidis, per il quale Zeman stravede. Il suo infortunio muscolare è passato, non sarebbe così sorprendente vederlo in campo dal primo minuto. In questo caso, De Rossi si sposterebbe nel ruolo di mezz’ala che spesso ricopre in Nazionale. Dall’altra parte ci sarà naturalmente Pjanic.
IL CAPITANO – Giornata positiva infine sul fronte Totti. Si è allenato regolarmente, saltando solo gli ultimi minuti della seduta. La caviglia sinistra, pizzicata contro il Catania, non è gonfia, perciò i medici hanno deciso di non sottoporla a una radiografia. Oggi è il giorno decisivo per valutare il suo recupero, perché a Trigoria i giocatori entreranno in contatto con il pallone. (…)
Top