RITIRO RISCONE Sabatini: “Non penso arriveranno grandi nomi per la Roma.E’ fatta per Bradley””

Walter Sabatini

Un Sabatini che torna sui propri passi, quello che ha parlato in conferenza stampa al termine della prima amichevole stagionale della Roma. Il Ds giallorosso, che aveva annunciato che sarebbero arrivati giocatori di “alto profilo“, si rimangia tutto, negando l’arrivo di “grandi nomi” per questa campagna acquisti. Sarà la verità oppure è una manovra per depistare tutti? I tifosi, nel frattempo, iniziano ad avere qualche preoccupazione in merito.

“Vi intrattengo fino a che non arriva il mister. Ho già detto tanto due giorni fa. Che devo dire? Faccio da spalla, come ai concerti rock”.

Bradley?

Qualche dettaglio da mettere appunto col Chievo, ma non penso sarà un grande problema. Entro due giorni credo sarà qui”.

Il terzino deestro è Jung?

“Evito la battuta su Freud, anche perché l’ho inventata io. E’ una fuga di notizie, ma ho avuto una semplice chiacchierata con un intermediario del ragazzo. Poi vedremo se nascerà qualcosa, ma non penso che il club voglia liberarlo”.

Le dichiarazioni di Borriello?

“Mi hanno parlato di questo incontro… Credo che quello che dice sia determinato dallo stato d’animo. Ha ricevuto epiteti poco simpatici da parte di qualcuno e si difende. Non sono molto preparato su quanto successo perché ho appena sentito la cosa. Non rientra nei piani della società? E’ relativamente vero, è sul mercato. Poi magari tra 10 giorni Zeman lo blocca, ma ora è sul mercato, anche se è u giocatore che stimiamo molto e che il calcio stima molto. E’ un giocatore della Roma e vorremmo venisse rispettato come tutti gli altri. Ora mi dovete scusare, sono qui per parlare con alcuni giocatori e non vorrei dirvi qui cose che non ho ancora detto a loro. Con alcuni avrò colloqui per informarli sui pensieri della società. Mi rendo conto di potere essere deludente, ma sarebbe scorretto parlare prima con la stampa”.

Tachtsidid, Bradley, Dodo… C’è da aspettarsi un grande nome o non ce ne è bisogno?

“Credo di essermi già espresso. Non penso ci saranno grandi nomi per la Roma, penso siano già presenti. Lo dico con un po’ di orgoglio visto che sono il direttore sportivo di questa squadra. Verranno i calciatori che ci sembreranno utili al progetto tecnico tattico sviluppato col mister. I crack fragorosi non ci saranno“.

Dai nostri inviati Emiliano Di Nardo e Nicolò Ballarin

Top