FOX SPORT Bradley: “Roma è l’occasione giusta”, Baldini: “E’ uno dei rinforzi migliori”

Bradley

Il neo acquisto della Roma, lo statunitense Michael Bradley, è stato intervistato dal portale statunitense Fox Sport. Il centrocampista americano è il fiore all’occhiello del calcio made in Usa.

(Fox Soccer) – Michel Bradley, neo acquisto giallorosso che ha esordito con la maglia della Roma nell’ultima amichevole contro il Rapid Vienna, si dichiara entusiasta di questa nuova avventura: “Ho sognato di giocare per uno dei più grandi club del mondo, uno con tanta tradizione, passione e storia”, ha detto Bradley in una teleconferenza con i giornalisti. “Cè un potenziale di vittoria altissimo qui. Per me è ora di mostrare che io sono qualcuno che può davvero aiutare questa squadra “.

La “star” americana porterà aiuterà la Roma contro la Polonia Zaglebie Lubin al Wrigley Field. Fortunatamente per gli americani, questo segnerà la prima partita di calcio allo stadio di baseball famoso fin dai tempi d’oro del Chicago Sting.

Il dg giallorosso Franco Baldini è soddisfatto del suo acquisto, e ha sottolineato come fosse una parte fondamentale dei piani futuri del club: “Abbiamo preso Michael Bradley perché è un giocatore molto buono. Un anno fa abbiamo avuto una squadra qui con grandi giocatori e abbiamo capito cosa dovevamo rinnovare “, ha detto Baldini. “Crediamo che Michael Bradley sia uno dei pezzi più importante che stiamo aggiungendo adesso”.

Pochi dubitavano del suo talento, tuttavia la carriera di Bradley è stata piena di alti e bassi: lui era il più giovane giocatore di sempre ad essere commercializzato dalla MLS, muovendo dalle MetroStars a Heerenveen in Olanda, dove è scoppiata nel 2007 con una stagione 20 gol. Si sarebbe dovuto spostare al Borussia Moenchengladbach in Germania e diventare un ingranaggio vitale per i tedeschi, ma fu sospeso da allora manager di Michael Frontzeck per il dissenso.

In Premier League,  all’Aston Villa, l’avventura si è conclusa male, con Bradley che ha fatto solo tre presenze.

Ma con Chievo, Bradley, ancora una volta trovando il suo ritmo, è diventato una figura fondamentale nel centro del parco per un altrimenti insignificante metà classifica sul versante italiano. Amato dai tifosi, che lo chiamavano “il generale,” Bradley è stato scelto per passare a pascoli più verdi già lo scorso inverno.

“E ‘stato in lavorazione per un po’”, ha ammesso Bradley per il trasferimento. “Il modo in cui funziona il mercato non ti permette di essere del tutto sicuro di cosa accadrà. Ho sentito che c’era l’interesse di alcuni club in Italia e da alcuni altri paesi. Quando ho scoperto di interessare alla Roma realmente, era tutto quello che avevo bisogno di sentire. Una delle ragioni per cui sono venuto a Roma è che ho un buon senso che apprezzano quello che io porto come giocatore, come persona”, ha aggiunto Bradley. “Il centrocampo tratta di tutte le parti del gioco, si tratta di essere in grado di vincere le battaglie, il gioco di controllo, ottenere in avanti, le persone vicine, fanno affronta, vincere le intestazioni.

“Non so se mi vorrà al centro, destra o sinistra, ma la posizione non cambia quello che sto come giocatore.”

Bradley ha anche stretti legami con Chicago dove suo padre, Bob, una volta allenato i Chicago Fire. Bradley ha detto oggi che l’input di suo padre ha giocato un ruolo importante nella sua decisione.

“Non è un segreto che [Bob Bradley] e io sono molto vicini e che io rispetto le sue opinioni molto. Ci sono conversazioni in corso su tutto. Roma è una incredibile opportunità – queste occasioni non capitano tutti i giorni. Penso che sia eccitato e mi aspetto che si arriva a Roma per vedere alcune partite “.

Bradley non ha rimpianti a lasciare Chievo, dove il suo futuro era sicuro.

“Se vuoi essere il migliore si può essere devi essere pronto a prendere queste sfide. Ora, io vado a lavorare ogni giorno per dimostrare a tutti che devo essere sul campo nei momenti importanti. ”

CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO ORIGINALE

Top