ROMA-PARMA. Luis Enrique: “Il derby si avvicina e ci siamo svegliati. Borini mi ha sorpreso dal primo giorno”

Sky Sport 24

Mister Luis Enrique al termine della gara che ha visto vincere la Roma per 1-0 sul Parma, salendo così al 5° posto in classifica, nel dopo partita

Tante occasioni per la Roma. Si è arrabbiato per le tante occasioni sprecate?

“No sono contentissimo per i tre punti. Che sono gli stessi punti che avremmo fatto vincendo 5-0″

Ha detto che il futuro va guadagnato. Perchè lo ha detto proprio in questo momento?

“Fare una conferenza stampa dopo un allenamento non è una buona cosa. Credo non lo farò più. Ieri non mi era piaciuto qualcosa ed ero arrabbiatissimo, oggi sono contentissimo. Il mio umore? Non cambia. Questa squadta fa il suo lavoro. Oggi abbiamo sbagliato poco o nulla contro una grande squadra che aveva fatto bene nelle ultiime partite”

Forse c’era un rigore per la Roma. De Rossi dice che lo ha visto tutto il mondo tranne il guardalinee…

“Io non ho visto niente. Siamo in due a non averlo visto. Il lavoro degli arbitri è sempre difficile e secondo me fanno il loro lavoro da grandi professionisti”

Guardiola portava una sciarpa nerazzurra

“Non parlo da tanto con Pep e sa cosa deve fare. Io non parlo di lui. Sono contentissimo a Roma e cerco di continuare facendo il mio lavoro che è molto emozionante”

Ricordo che avevi una grande voglia in campo, una grande intensità. Mi sembra sia l’ìaspetto che sei riuscito a tradferire meno nei tuoi uomini

“Totalmente d’accordo. E’ quello che fa la differenza nel calcio attuale. Ma la squadra ha fatto un miglioramento incredibile dalle prime  giornate. Se poi tu dici di aver sofferto contro di me, pensa quanto ho sofferto io contro di te! (ride)”

A  Bergamo si potrebbe vedere una Roma diversa? Cosa bisogna fare per dare continuità alla squadra?

“La domanda da un miolione di euro. E’ una cosa di cui parliamo ogni settimana. I giocatori sono coscenti del fatto che questo succede. Abbiamo recuperato giocatori importanti. Manca però questa regolarità senza la quale non faremo niente. Ora andiamo a giocare a Bergamo, partita difficilissima, ma sono ottimista perchè si avvicina il derby e tutti si sono svegliati. Mi aspetto di vincere”

Borini è pronto per la Nazionale?

“Prandelli è un grande allenatore e non glielo devo dire io. Io sono contento non solo di Borini, lui mi ha sorpreso dal primo giorno. Per me nei calciatori non è importante l’età o il fato che siano alti bassi, biondi o mori. Per me è importante la voglia”

 

Mediaset Premium

Aveva chiesto una reazione la risposta c’è stata

“Si, oggi non abbiamo fatto più gol anche perchè di fronte avevamo un avversario di livello alto, l’unica cosa è non aver sfruttato le palle gol ma non abbiamo concesso niente”

Quinto posto, il terzo non è lontano, è uno stimolo per voi?

“Come no, è uno stimolo grande, penso che la squadra ha la qualità e la forza per fare qualcosa di più, oggi gli faccio i complimenti perchè hanno fatto una gara buona con un avversario difficile”

Borini è uno di quelli che dà sempre il 100%?

“Lo dà anche quando dorme (ride, ndr)”

Su Guardiola

“Il Barcellona lo guardo come socio, ma io posso parlara come amico e socio e mi piacerebbe che lui rimanesse lì. Ancora non ha deciso, sa cosa succede e ha parlato di motivazioni”

Gli consiglieresti di venire in Italia?

“E’ molto che non parlo con lui, però lui conosce l’Italia molto meglio di me, parla l’italiano meglio di me…”

 

Rai Sport

Con questi tre punti la Roma è quinta in classifica. In settimana per la prima volta Sabatini ha parlato di obiettivo terzo posto, per lei?

“Per me l’obiettivo resta sempre la prossima partita”.

Cosa non le è piaciuto della Roma?

“Mi è piaciuto tutto”.

Oggi ha scelto Borini ed è arrivato a quota sette gol, lo consiglierebbe a Prandelli?

“E’ un giocatore che sta diventando importante per la squadra, ma deve crescere e migliorare ancora. Penso che Prandelli conosca bene il suo lavoro”.

Si parla di un futuro di Guardiola in Italia cosa ne pensa?

“Non lo so e non mi interessa, io penso alla mia squadra”.

Teme questo Napoli per la lotta al terzo posto?

“No io temo solo l’Atalanta, noi dobbiamo sempre e solo guardare al nostro prossimo avversario”

 

Roma Channel

Oggi una Roma concreta, che ha rischiato poco. Squadra sempre concentrata

“Si, diventiamo così una squadra molto più forte, pericolosa. Oggi partita ottima, nessuna critica ai ragazzi, gara completissima. Oggi abbiamo concesso una palla gol in 90 minuti. Sono molto contento”

In allenamento ha lavorato molto sulla parte tattica in questa settimana?

“Quello è il mio lavoro, quando la squadra non riesce a trovare la soluzione di fronte alle difese avversarie. Non è facile vedere sempre la soluzione migliore, c’è moltissimo da lavorare su queste cose”

Con Heinze vi confrontavate quasi alla pari, è bello questo confronto sul campo

“E’ chiaro, ogni giorno! Se un giocatore fa quel che chiede l’allenatore ma non capisce cosa sta facendo non va bene. Il confronto è fondamentale. Oggi è per me una serata quasi perfetta”

Roma quinta in classifica, Sabatini ha parlato di terzo posto come obiettivo

“Oggi è un piacere salire di una posizione, per la squadra e per il tifo che è stato fedelissimo tutta la stagione. L’obiettivo ce lo abbiamo, è quello di vincere a Bergamo. Sarà dura, ha 6 punti di meno ma sta facendo benissimo. Questo è il nostro obiettivo, a fine stagione vedremo dove arriva la squadra”

Grande chance per Marquinho

“Si, abbiamo avuto tante occasioni, l’allenatore è contento quando la squadra crea tanto contro avversari che si erano disposti dietro. Questo significa tantissimo. Quando crei e non soffri, vuol dire che la partita è bellissima”

Ora due giorni di riposo

“Si, cerchiamo tranquillità, arriviamo da tanti giorni di lavoro. Un giorno negli ultimi venti di pausa, la testa è importante”

Top