Roma, Spalletti: “Arrivare secondi vuol dire aver fatto passi avanti. Totti? Sarò contento di esserci domenica”

Luciano Spalletti, tecnico della Roma, è stato intervistato durante il Memorial Niccolò Galli. Queste le sue parole:

“Il mio futuro? Ora in testa ho solo una cosa: il secondo posto con la Roma. Da lunedì prossimo penseremo al futuro, ora voglio solo pensare al secondo posto, faremo di tutto per conquistarlo. Il mio futuro è solo la prossima partita con il Genoa. Il futuro di Totti? Non devo deciderlo io, lui lo deciderà con la società, non so che cosa ha in mente. Io posso dire solo che sarò contento di esserci domenica. Finale di Champions? Quella sera tiferò Juve, ha meritato di vincere tutto, merita di conquistare anche la Champions”

Fonte: ansa

“Giovanni Galli ha creato un’opportunità per tanti ragazzi che potranno giocare a calcio nel ricordo di Niccolò. Questo spazio ci farà pensare nuovamente alla crudeltà che è successa al ragazzo. Federico Chiesa? Ne parlo volentieri, si è cercato di mettere in evidenza le qualità calcistiche ma a me fa piacere sottolineare la normalità di Federico e della famiglia che ha alle spalle. Si capisce subito che è un ragazzo semplice, per bene, che prova a far parlare di se tramite le sue qualità senza andare a cercare qualcosa che possa influenzare gli sguardi. È un calciatore forte, diventerà un grande campione. La sfida di domenica all’Olimpico? Ci darà una spinta in più, sapere che l’Olimpico sarà così carico di sentimento ci permetterà di sviluppare meglio le qualità di squadra. L’Empoli? Confido molto nella qualità e nel rapporto di Martusciello coi suoi giocatori. Questo permetterà all’Empoli di giocare l’ultima partita al massimo, l’Empoli ha meno qualità degli anni scorsi ma il mister è riuscito a svilupparle al meglio“.

Fonte: TMW Radio

“Arrivare davanti ai secondi della scorsa stagione significherebbe aver fatto passi avanti. Tutto dipende da noi ora ed è quello che ci auspicavamo. Nessun pensiero diverso da Roma-Genoa adesso“

Fonte: Premium Sport

La Juventus ha programmato, ha fatto vedere attraverso quelle qualità di essere un club importante che sta sulla squadra e che fa sentire ai calciatori il peso della vittoria. Ha un allenatore che ha saputo modellare strada facendo la squadra per prendere il meglio dalle occasioni. Sono stati bravi e se lo meritano. Meriterebbero di vincere la Champions. Io farò il tifo per Massimiliano Allegri. Totti? Non so cosa abbia in mente ma è chiaro che dentro questo sentimento c’è anche lui. Io cercherò di fare le cose più naturali possibili per questa occasione e cercherò di essere nel pensiero di tutti nel prendere le decisioni”.

Fonte: Sky Sport

Top