IL DUELLO Destro contro Milito, il “Cigno” di Ascoli Piceno sfida “El Principe” di Bernal

Mattia Destro vs Diego Milito

Stesso ruolo, stesso fiuto del gol, stessa cattiveria sotto porta, stesso numero di maglia, il 22, che entrambi portano sulle spalle sin da quando erano bambini e tiravano i primi calci al pallone: il primo nelle giovanili dell’Inter, il secondo con i pulcini del Racing Avellanada. Si tratta di Mattia Destro e Diego Milito, i due bomber che nella sfida di domenica sera fra Inter e Roma in quel di San Siro, cercheranno di realizzare più gol possibili per portare i rispettivi club alla vittoria. Due attaccanti simili ma diversi allo stesso tempo: uno italiano e l’altro argentino, ad entrambi infatti piace attaccare lo spazio e la profondita, tfar salire la squadra, tener palla e scaraventarla in porta con tutta la forza per poi esplodere sotto la curva; ma se El Principe Milito la propria storia con la maglia nerazzurra indosso l’ha già scritta, la sua con la Roma, Mattia Destro, potrebbe iniziarla a scrivere proprio domenica sera, quando farà il suo esordio in campionato con la casacca giallorossa indosso. Ne vedremo delle belle…

MATTIA DESTRO

Mattia Destro

Mattia Destro nasce il 20 marzo 1991 ad Ascoli Piceno. Figlio d’arte, in quanto suo padre Flavio è stato anch’egli calciatore, inizia a giocare a calcio nelle giovanili dell’Inter, dove vince due scudetti con Giovanissimi e Allievi. Presto diventa il bomber della squadra Primavera ed uno dei suoi punti fermi, insieme a Joel Obi, Luca Caldirola e Davide Santon;  ma al contrario di questi, Destro non esordirà in prima squadra. Con l’Inter vince anche il Torneo di Viareggio 2008. Chiuderà la stagione Primavera 2009-2010 da capocannoniere con 18 reti.  Il 21 luglio 2010 viene ceduto al Genoa, attraverso la formula del prestito con diritto di riscatto della metà del cartellino in favore del club ligure. Il 12 settembre 2010, a 19 anni, debutta in Serie A nella gara Genoa-Chievo (1-3) dove dopo 6 minuti realizza il suo primo gol tra i professionisti. Il 24 novembre realizza il suo primo gol in Coppa Italia, segnando il definitivo 3 a 1 contro il Vicenza nella gara del quarto turno. Nel mercato di gennaio all’interno dell’affare Ranocchia il Genoa acquisisce il giocatore dall’Inter a titolo di prestito con diritto di riscatto dell’intero cartellino. A fine stagione i rossoblù lo riscattano. Dopo l’esperienza con il Grifone, il 4 luglio 2011 Destro si trasferisce al Siena con la formula del prestito con diritto di riscatto obbligatorio. Realizza il suo primo gol con il Siena il 25 settembre, alla prima partita da titolare, nella gara contro il Lecce (3-0) disputata al Franchi. Il 30 ottobre segna la sua prima doppietta nella vittoria per 4-1 contro il Chievo, il primo con una azione personale il secondo su ribattuta di Sorrentino. Il talento di Ascoli Piceno, dopo aver realizzato ben 12 reti nella passata stagione, è stato acquistato lo scorso 30 luglio dalla Roma, con cui ha firmato un contratto quinquennale.

 

DIEGO MILITO

Diego Milito

Diego Milito nasce il 12 giugno 1979 a Bernal, Argentina. Esordisce ventenne in Argentina con il Racing Avellaneda e lì totalizza 137 presenze e 34 gol, vincendo il torneo Apertura del 2001. In tale periodo, il fratello Gabriel militava per l’Independiente, l’altra squadra con sede ad Avellaneda. Nel gennaio 2004, durante la sessione invernale del mercato, viene prelevato dal Genoa, con cui disputa due campionati di Serie B: nel2003-2004 con 12 gol in 20 partite e nel 2004-2005, stagione in cui totalizza 21 gol in 39 presenze, arrivando secondo nella classifica marcatori, staccato di una sola lunghezza da Gionatha Spinesi dell’Arezzo. All’inizio della stagione successiva a seguito della retrocessione del Genoa in Serie C1 inflitta dalla giustizia sportiva, è ceduto in prestito biennale al Real Saragozza (club della Liga spagnola, dove già militava il fratello Gabriel). Nel campionato 2005-2006 Milito segna 15 reti. Ma la sua avventura in Spagna dura poco, giusto il tempo che ci mette il Genoa a tornare in Serie A. Infatti nell’estate del 2008 torna in rossoblu e in quella stessa stagione compete per il titolo di capocannoniere di Serie A, trascinando il Genoa fino ad un quarto posto a pari merito con la Fiorentina, che vale l’accesso all’Europa League. Dopo lo splendido campionato disputato a Genova, l’estate successiva l’Inter decide di acquistarlo ed il 29 giugno 2009 Milito diventa un calciatore nerazzurro. E’ la consacrazione per El Principe di Bernal, che in quella stessa stagione con l’Inter segna i gol decisivi che permettono alla squara allora allenata da Mourinho di portarsi a casa il triplete: Champon’s League, campionato e Coppa Italia. Ad oggi, Milito, ha segnato ben 52 reti in 92 presenze con la maglia dell’Inter.

 

I VOTI DEI DUE ATTACCANTI:

VELOCITA’: Destro 8/ Milito 7

TECNICA: Destro 8/ Milito 8

SENSO DELLA POSIZIONE: Destro 8,5/ Milito 9

FIUTO DEL GOL: Destro 8/ Milito 9,5

VISIONE DI GIOCO: Destro 8/ Milito 7,5

 

A cura di Edwin Iacobacci

 

Top