LA REPUBBLICA La ribellione di Prandelli: “No al calcio ossessione”

(E.Currò) - «Se non avremo il coraggio di fermarci, magari ci sarà qualcuno che ci dirà di farlo: Uefa e Fifa ci daranno delle sanzioni». Incapace di liberarsi dei violenti da almeno trent’anni, il calcio italiano rischia di finire sotto tutela, come è capitato al governo per l’economia disastrata. L’allarme è

Top