Dybala: c’è la clausola da 20 milioni sul contratto. Ma la Roma può bloccarla con aumenti o prolungamenti

Le voci sulla clausola rescissoria presente nel contratto che legherà Dybala alla Roma fino al 2025, senza opzione per un’altra stagione vengono chiarite dall’articolo pubblicato dall’esperto di calciomercato. 4,2 milioni netti più bonus l’ingaggio che percepirà l’argentino alla Roma, con le commissioni che ammontano a 4 milioni, ovvero il 10% dell’ingaggio, in linea coi parametri stabiliti dai Friedkin e spalmati negli anni. In più, se Dybala dovesse lasciare la Roma prima della fine del suo accordo triennale, gli agenti non percepiranno le commissioni ancora da remunerare.

E poi la “famosa” clausola: nell’accordo è presente anche un’opzione liberatoria di circa 20 milioni, la stessa che il suo entourage ha posto come condizione imprescindibile in ogni trattativa, quindi anche con quelle portate avanti con Inter e Napoli. Non esistono prezzi diversi della clausola per alcuni club, come alcune fake news circolate sui social volevano far credere ma è unico per tutti.

Inoltre, avendo accettato alla Roma un contratto più basso diventa quindi una sorta di “partnership” con il club. In questo caso, una percentuale della clausola sarà a favore del giocatore, qualora fosse esercitata da un altro club. Il particolare importante però è che la Roma si è riservata la facoltà di risolverla a proprio favore in alcuni casi e quindi di bloccare un trasferimento ad un altro club attraverso determinati parametri.
Quindi se un’altra società vorrà esercitare la clausola, i giallorosssi avranno la possibilità di bloccarla con degli interventi articolati, come l’aumento dell’ingaggio del giocatore o allungando la durata del contratto.

Fonte: Gianlucadimarzio.com

VAI ALL’ARTICOLO ORIGINALE

Top