Roma-Genoa, MANCINI: “Non una bella partita, per la Champions serve qualcosa in più. Il mio gol con il Milan era regolare”

Queste le dichiarazioni di Gianluca Mancini, difensore della Roma, rilasciate alla stampa al termine del match con il Genoa:

MANCINI A DAZN

Era una partita difficile, sbloccata con un episodio e poi gestita alla grande: come ha vissuto la bella prova?
L’importnate è aver vinto, ma non è staa una bella Roma Non abbiamo fatto una buona partita, abbiamo gestito ma abbiamo rischiato. L’importante è aver portato a casa i 3 punti, ma la prestazione non è stata buona.

Buona prova della difesa, che ha tenuto. E Cristante ha fatto una buona prova.
A Bryan vanno fatto i complimenti, da 2-3 mesi gioca in un ruolo non suo e fa bene. La squadra ha indirzzao bene il pressing.

Contro le piccole vincete sempre, ma le grandi?
Ci manca uno step in più, mi ripeto spesso, ma anche queste partite… Le chiamate ‘piccole’, ma con loro molti fanno fatica. I numeri dicono questo ma per la Champions serve qualcosa in più.

Con chi ha parlato dopo il gol?
Con i magazzinieri, parlavo con uno di loro, gli avevo promesso di pagargli qualcosa in caso di gol (ride, ndr)


MANCINI A ROMA TV

Gol quasi alla Cristiano Ronaldo.
Bella palla di Pellegini, bisogna sfruttare anche queste occasioni per andare in vantaggio.

Partita spigolosa.
Magari un secondo gol poteva alleggerirla. Nel secondo tempo non è stata una buona prestazione. E’ difficile, abbiamo giocato tante partite in pochi giorni. Ci sta, ma potevamo fare qualcosa in più.

Cos’è cambiato tra il gol di oggi e quello col Milan annullato?
Oggi ho saltato meglio, non avevo opposizione dell’avversario ed ero libero. In quello col Milan ho usato più le braccia, ma secondo me era regolarissimo. Anche con l’Inter avevo preso posizione con le braccia. Non siamo pinguini…

Troppa stanchezza oggi?
Dobbiamo migliorare, commettiamo tantissimi errori di impostazione e diamo possibilità agli avversari di farci male. La stanchezza viene, giochiamo tante volte e siamo un po’ in emergenza soprattutto dietro. Giocare ogni 2-3 giorni ha fatto sì che la pressione non è stata come nelle altre partite.

Top