Roma-Juventus, Allegri: “Complimenti alla Roma, questa sconfitta ci farà rialzare la tensione. Ora vinciamo la Coppa Italia”

L’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri ha commentato la sconfitta di stasera contro la Roma. Queste le sue parole:

Nel primo tempo sembravate in pieno controllo. Cosa è successo nella ripresa?

“Abbiamo smesso, non abbiamo più difeso con la cattiveria giusta. Sul secondo gol abbiamo lasciato il pallone scoperto dopo un fuorigioco di Higuain. La Roma ci teneva a non farci vincere lo Scudetto stasera e adesso questa sconfitta deve farci drizzare le antenne in vista della finale di Coppa Italia di mercoledì. Abbiamo subito troppi gol nelle ultime partite. La Roma ha fatto la sua partita giusta e ha vinto”.

Cosa dice l’allenatore alla squadra dopo una partita come questa? Amarezza o comprensione?

“C’è amarezza da parte di tutti, i primi sono i ragazzi. La cosa che non bisogna fare è creare nervosismo. Il campionato si vince alla fine, abbiamo avuto tante partite importanti in questo finale. Dobbiamo rimanere sereni e lucidi in ogni momento delle partite. Anche la fortuna pende sempre da chi se la cerca di più”.

E’ ossessione Champions?

“No, la Champions è tra un mese, non dobbiamo pensarci. Stasera potevamo vincere lo Scudetto ma non ci siamo riusciti. Ora cerchiamo di vincere la Coppa Italia e poi ci prepareremo per il Crotone in casa. I ragazzi devono prepararsi come hanno giocato il primo tempo. Nel secondo abbiamo abbassato la velocità dei passaggi e della fase difensiva. La Roma ha qualità e ti fa gol”.

Le scelte e la fisicità della Roma hanno segnato la sconfitta?

“La Roma ha fatto la sua partita e c’è da fare i complimenti a noi e al Napoli per il campionato che stanno facendo. Nel secondo tempo abbiamo fatto passaggi più lenti e loro ci arrivavano addosso con tanta aggressività”.

Sei contento dell’abbassamento di tensione in vista di mercoledì?

“Dopo l’allenamento di ieri, la mia preoccupazione era di avere un abbassamento part-time e così è stato. Non si può stare al massimo della tensione. Ora dobbiamo ritornare con la cattiveria giusta che ci permette di vincere le partite”.

Due punti in tre partite possono creare nervosismo?

“Sono tre mesi che cambio continuamente tre-cinque giocatori in ogni partita. Ho la fortuna di poterli cambiare perché quando giochi le partite che abbiamo avuto noi in due mesi sempre con gli stessi, prima o poi paghi. Manca poco allo Scudetto ma dovevamo essere meno “leggerini” nel secondo tempo. La squadra ha fatto una buona partita poi è rimasta matura anche sul 3-1. Si poteva perdere la testa e innervosirsi in vista delle prossime partite. La Juventus è una squadra forte e arriverà in fondo ai traguardi”.

Fonte: Sky Sport

“Il primo tempo è stato fatto bene, abbiamo giocato in maniera cattiva, nella ripresa abbiamo preso gol su una ripartenza da punizione, abbiamo abbassato la tensione perché pensavamo di portare a casa il risultato e facciamo i complimenti alla Roma. Abbiamo fatto 2 punti in 3 partite, un po’ abbiamo mollato ma questa sconfitta ci farà rialzare la tensione. Dovevamo restare ordinati, poi avevamo sempre di fronte la Roma e può succedere di tutto negli scontri diretti. Ora giocheremo la finale di Coppa Italia e poi penseremo al Crotone. In questo momento bisogna restare sereni e riattaccare la spina in modo totale e poi dopo se la palla va dentro o fuori non lo so, avevamo la partita in mano nel primo tempo, la Roma ha fatto poco e niente. Ora bisogna guardare positivo e migliorare, se c’è da rimproverare qualcosa è che abbiamo abbassato l’attenzione difensiva”.

Fonte: Mediaset Premium

Top