Sampdoria-Roma, le pagelle. Vermaelen impresentabile. De Rossi sottoritmo. Dzeko chirurgico. Spalletti, urgono rinforzi

Szczesny 6 Bene al 13′ su Fernandes, ma non può molto sui tre gol doriani. Su Djuricic nel finale evita la debacle.

Rudiger 5 Le buone prestazioni messe in atto in questa fase della stagione lo fanno esagerare e la troppa sicurezza fa si che incorra in errori sciocchi. Tanti falli e troppe giocate vistose ma poco efficaci. Ha sulla coscienza il fallo della punizione di Muriel. Paradossalmente va maggiormente in difficoltà giocando sul suo lato buono.

Fazio 6 Qualche imbarazzo di troppo nel gestire la situazione in area di rigore dovuto esclusivamente alle carenze di Vermaelen. Pulito in chiusura mette pezze dove può.

Vermaelen 4.5 Condizione assolutamente precaria per il belga che fatica per tutta la partita sia a trovare la posizione che il ritmo di gioco. Male su Muriel sul gol di Prat, dove si fa superare dal colombiano, già normalmente di un altro passo, con troppa facilità. La sua condizione atletica è impresentabile per una gara di professionisti.

Emerson 6  Scolastico, ma mette lo zampino in entrambi i gol. Da segnalare solo il prezioso ed intelligente assist per Dzeko. Come palesato nelle ultime apparizioni, un piccolo passo indietro. Davanti può e deve fare di più.

Strootman 6 Dà il meglio di se nei passaggi in verticali tanto cari a Spalletti, uno dei quali malamente sprecato da Dzeko. La morsa ideata da Giampaolo lo costringe a velocizzare il possesso palla. Non sempre riesce a trovare le linee di passaggio volute. Anche da lui ci si potrebbe tentare più tentativi da fuori anche in gare del genere.

De Rossi 5 Non al meglio, tant’è che non termina il riscaldamento con la squadra, e di vede. Nel primo tempo fatica terribilmente a trovare la posizione nei primi 15′ e anche a livello di pressing e impostazione costringe Strootman agli straordinari. Inizia meglio la ripresa, per capitolare sul gol di Schick dove è troppo statico facendo andar via il giocatore ceco. Quando non è al top il ritmo della quadra ne risente pesantemente.

Peres 6 Sul gol è fortunato ma comunque bravo a sfruttare la ribattuta. Per il resto solita partita con tanta corsa ma poca concretezza e spunti. Tatticamente imbarazzante.

Perotti 5.5 Angoli orribili tutti sul portiere. La giocata è sempre la stessa, spesso troppo prevedibile. Giocatore di una tecnica sopraffina, ma troppo spesso debole caratterialmente. La cartina di tornasole della sua prestazione è la percentuale di 1vs1 riusciti. Fatica a prendere il fondo, mettendo pochi palloni pericolosi al centro. E se non fa quello diventa inutile…

Nainggolan 6  Avrebbe sui piedi almeno due comode occasioni per indirizzare la gara, ma le fallisce entrambe. Propositivo come sempre ma meno preciso del solito, non riesce ad incidere nonostante l’impegno profuso. Quando sale lui, sale il rendimento di tutta la squadra. Dipendenti.

Dzeko 6 Segna il gol più difficile, da centravanti vero (assist di Puggioni), però palesa la “mollezza” più volte marcata da Spalletti. A sua discolpa viene poco e male assistito dai compagni. Si procura il calcio di rigore nel finale che solo una chiamata scellerata del guardalinee non convalida.

__

El Shaarawy 5.5 Davanti a Puggioni conferma il suo momento no.

Totti 6 La qualità della squadra quando entra sale vistosamente. Peccato per la punizione respinta da Puggioni.

Paredes sv

All.: Spalletti – Si è capito che è impossibile rinunciare a Manolas davanti ad un Vermaelen in queste condizioni quando c’è anche un Jesus rivitalizzato dalla sua cura. Numeri alla mano risulta difficile poter appoggiare la sua teoria sul mercato: rinforzi servono e come, e lui lo sa e deve farsi sentire. Perde l’imbattibilità della difesa, il duello con Giampaolo e le speranze scudetto. Occhio al Napoli ora…

Top