RITIRO PINZOLO Emerson Palmieri: “Spalletti? Con lui si lavora tanto. Voglio giocare, non importa la posizione”

Emerson Palmieri
Emerson Palmieri

Emerson Palmieri, riscattato dal Santos poco prima del ritiro, parla ai microfoni della radio giallorossa. Ecco le sue dichiarazioni:

Come si sta inserendo Mario Rui?

“Non lo conoscevo prima, lo sto conoscendo adesso, è una bella persona ed un grande calciatore”.

Cosa hai detto a Juan Jesus stamattina?

“Ci siamo conosciuti negli spogliatoi, gli ho augurato buona fortuna”.

Su Gerson, con il quale dividi la stanza a Pinzolo?

“Lo scorso anno mi hanno aiutato Maicon e Castan, ora devo fare la mia parte con lui e deve essere aiutato”.

Spalletti ti ha schierato a destra

“Si, mi trovo bene, voglio giocare (ride, ndr). Faccio il mio lavoro e gioco dove vuole il mister”.

Iniziano ad esserci parecchi brasiliani in squadra. Come ti trovi con Spalletti, che vuole un gioco molto veloce?

“E’ un gioco che mi piace, ho giocato sempre in questo modo. Il calcio italiano ci obbliga ad essere più veloci, altrimenti con le marcature si fa dura. Per me è importante aiutare la squadra e fare quello che dice il mister”.

Si lavora tanto con Spalletti?

“E’ vero ma è normale, abbiamo bisogno di lavorare tanto per arrivare al 100% il prima possibile”.

Dove pensi di dover lavorare di più per migliorare?

“Ho bisogno di lavorare su tutto, come sulla velocità e sulla marcatura. Dobbiamo farci trovare al 100% ogni giorno”.

I terzini in Brasile si esercitano sulle marcature?

“Esiste la marcatura ma tutti vogliono giocare all’attacco e si perde qualcosa in difesa, ma sto imparando a fare bene entrambe le fasi”.

I giovani aggregati alla prima squadra?

“Si vede la loro qualità in allenamento e questa è una buona cosa per il mister e per la nostra squadra”.

Tatticamente dove senti di poter migliorare?

“Lo scorso anno ero sempre poco in linea, ora faccio tutto al meglio”.

Fonte: roma radio

Top