IL TEMPO Salah col Bate, Gervinho a Napoli

Salah
Salah

(E. Menghi) – L’ultimo gol su azione l’ha segnato Gervinho nel derby, un mese fa. In quella partita l’entrataccia di Lulic costò cara a Salah e nella successiva pausa per le nazionali finì ko anche l’ivoriano. Senza le due frecce, la Roma in avanti sta facendo fatica ed è per questo che Garcia, con il consenso di staff medico e atletico, ha subito approfittato della presenza dell’ex Arsenal, durato appena 24 minuti a Torino, e potrebbe prendersi un altro rischio con Salah mercoledì. L’egiziano è tornato a correre e a calciare il pallone, il doloroso infortunio alla caviglia è alle spalle e lui si è messo in testa di andare almeno in panchina contro il Bate Borisov. Difficile, a quel punto, non cedere alla tentazione di schierarlo dal 1’, visto che le ali di riserva stanno deludendo. Iago Falque ha l’attenuante di giocare con un ginocchio malconcio da fine settembre ed è spesso costretto a fare infiltrazioni a cui potrebbe ricorrere anche Salah per la sfida in Champions. Non trattandosi di uno stop muscolare, i pericoli di ricaduta sono inferiori rispetto a quelli presi con Gervinho, che dovrebbe rientrare direttamente a Napoli, nonostante le buone notizie arrivate dagli esami strumentali: si è fermato prima della lesione, il risentimento al retto femorale destro verrà valutato di giorno in giorno. Più che un miracolo servirebbe la voglia di rischiare ancora per vederlo tra i convocati in Europa.

L’ipotesi di avanzare Florenzi nel tridente si fa più complicata con l’arrivederci al 2016 diTorosidis, che in 9 minuti si è procurato una lesione al bicipite femorale, ma può essere una soluzione (con Maicon dietro) alla scarsa produzione offensiva. Intanto oggi Ponce si opera al ginocchio.

Top