LE PAGELLE DI TORINO-ROMA Giallorossi beffati da un’ingenuità inammissibile. Bene Florenzi, furbo De Rossi. Pjanic e Ljajic invisibili

Le Pagelle
Le Pagelle

Torino (3-5-2): Padelli 7; Maksimovic 6, Glik 6.5, Moretti 6.5; Bruno Peres 6 (dal 32′ s.t. Molinaro sv), Gazzi 5.5, Vives 5.5 (dal 34′ s.t. Farnerud sv), El Kaddouri 5, Darmian 6; Quagliarella 5.5, Martinez 5 (dall’11’ s.t. Maxi Lopez 6). A disp.: Ichazo, Castellazzi, Bovo, Gonzalez, Jansson, Amauri, Masiello. All. Ventura.

Roma (4-3-3):

De Sanctis 6 Unico tiro in porta del Toro: gol.

Florenzi 7 Primo tempo da terzino. Corre, difende, attacca e il tanto osannato Darmian non lo vede quasi mai. Non arriva per un nulla all’appuntamento con il gol al 42′. Nel secondo tempo, prima da terizno, poi da ala, si scatena: gol su rigore al 12′, palo al 38′. Tanta corsa e tecnica.

Manolas 6 Si immola su Martinez al 24′. Tanto fisica e corsa per il greco. Si prende il giallo al 94′ che gli farà saltare la partita contro l’Atalanta.

Astori 6.5 Se Quagliarella non tocca praticamente un pallone, è merito dell’ex Cagliari che lo pressa e quando ha la palla non lo fa girare. Più in difficoltà con Maxi Lopez.

Holebas 5.5 Più prudente e quando spinge non è precisissimo. Ottima la diagonale al 39′ su Martinez. Bruno Peres è un cliente difficile e nella partita personale con il brasiliano ne discretamente. Si addormenta come colpito da Morfeo sul gol di Maxi Lopez.

Pjanic 5 Troppo lento quando c’è da far ripartire l’azione. Sparisce nel secondo tempo, dove fra le altre cose non si prende neanche la responsabilità di tirare il rigore.

De Rossi 7 Preciso in chiusura e altrettanto in impostazione. Si guadagna con furbizia il rigore con un ottimo inserimento e tutto questo con i problemi alla schiena. Ammonito, diffidato salterà l’Atalanta.

Nainggolan 6.5 Nel primo tempo sembra essere in debito di ossigeno ma, come nel match contro il Napoli, nel secondo tempo corre e combatte come un leone aumentando i giri. Padelli gli nega il gol dell’1-2 dopo un gran tiro dalla distanza.

Iturbe 6.5 Primo tempo molto attivo per l’argentino: prima conclusione al 10′ di poco alta. Al 30′ Vives rischia di spaccargli la gamba e un minuto dopo va vicino al gol con una staffilata dai 25 metri. Crea sovente la superiorità numerica, ma sono ancora troppe le volte in cui si impiccia o come un ariete va a sbattere contro gli avversari. Nel secondo tempo, bel tiro al 21′, ma poco altro.

Ljajic 5 Al 9′ prova il passaggio dal limite dell’area invece di tirare. Cosa che rifà al 22′. Nel secondo tempo sparisce.

Ibarbo 6 Bene all’11’ quando di prepotenza supera Darmian e serve Nainggolan che cicca alto. Un po’ troppo morbido quando c’è da contrastare l’avversario. Ottima percussione al 36′, ma poi si perde nella confusione. Non è un attaccante puro e si vede al 22′ del secondo tempo quanto spizza la palla di testa al posto che colpirla piena.

_______

Doumbia 5 Ancora non in forma, ci si mette anche l’arbitro che non gli fischia un paio di falli che erano netti.

Mapou  sv Schierato terzino, molto più attento in copertura.

Ucan 6 Il turco entra bene nel match, rubando una bella palla a Quagliarella e mostrandosi ancora in grande confidenza con la sfera quando ce l’ha tra i piedi.

All.: Rudi Garcia – La sua squadra getta al vento la vittoria per un calo di concentrazione ingiustificabile e inammissibile. Cambi discutibili, almeno per quanto riguarda la tempistica. Davanti non c’è una punta vera, e si vede: con un Quagliarella qualsiasi probabilmente il risultato sarebbe stato diverso. Non è in campo, per carità, però è inspiegabile come sempre il calo dopo il gol segnato.

PariGio

Top