IL MESSAGGERO La Fiorentina all’Olimpico contro Totti nei “quarti”

Coppa Italia
Coppa Italia

(M. Tenerani) – Fiorentina e Inter ai quarti di finale di Coppa Italia: i viola hanno battuto 3-1 l’Atalanta, mentre i nerazzurri hanno piegato la resistenza della Samp grazie ad un gol di Shaqiri, servito da un colpo di tacco di Podolski, e di Icardi che in precedenza si era fatto parare un calcio di rigore da Romero. L’argentino ha dedicato la rete a sua figlia Francesca, appena nata. I nerazzurri attenderanno l’esito stasera di Napoli-Udinese (ore 21) per conoscere la propria avversaria. La Samp, però, ha giocato in dieci per quasi tutta la partita: al 12’ è stato espulso Krsticic e nel finale è rimasta addirittura in nove per il doppio giallo sanzionato a Wszolek. I blucerchiati hanno mostrato nella sofferenza il carattere che li sta esaltando in campionato.

FINALMENTE SUPERMARIO Una notte con alcuni significati: a Firenze è resuscitato Gomez, autore di una doppietta e di un rigore provocato. Che però è inesistente: Stendardo ha preso la palla anticipando il tedesco. Ha trasformato Cuadrado. «E non andrà via», ha poi garantito Montella. Nella Fiorentina ha esordito Diamanti, giocando gli ultimi 20 minuti.

AMICI CONTRO A San Siro, invece, per la prima volta si sono sfidati in panchina gli amici-fratelli Mancini e Mihajlovic, anche se quest’ultimo ha seguito la partita dalla tribuna perché squalificato. I viola affronteranno la Roma il 3 febbraio all’Olimpico nei quarti. Colantuono ha cambiato 10 giocatori rispetto al trionfo di San Siro contro il Milan. Chiaro l’intento di pensare solo al campionato e ad una salvezza da conquistare. Per la Fiorentina terza vittoria consecutiva dopo Palermo e Chievo e serata particolare per Mario Gomez. Il tedesco, al centro di tante discussioni per la sua latitanza dal gol – l’unico centro quest’anno il 30 novembre a Cagliari – è uscito tra gli applausi. Oggi sarà in visita a Firenze la Cancelliera Angela Merkel, chissà che Gomez non si sia risvegliato anche per questo.

ESPULSI COLANTUONO E ALONSO E’ successo tutto nel primo tempo, compresa l’espulsione di Colantuono, inferocito con l’arbitro: Gomez ha tirato una sassata deviata da Bellini, poi il rigore contestato, quindi Gomez ha segnato ancora servito da Badelj. L’Atalanta poco prima del riposo con un bel destro di Bianchi ha portato sul 3-1 il risultato. Nella ripresa la Fiorentina ha gestito la gara. Nel finale Valeri caccia pure Alonso: doppio giallo.

Top