STADIO ROMA Dan Meis: “Ci vorranno più di due anni per costruirlo, sarà un centro polifunzionale. In Curva Sud i tifosi potranno stare in piedi”

Stadio Roma
Stadio Roma

Nella stagione 2016-17 l’AS Roma giocherà per la prima volta nel nuovo stadio progettato da Dan Meis. L’architetto americano ha rilasciato un’intervista parlando proprio del progetto che sorgerà nel quartiere di Tor di Valle. Queste le sue parole:

Dan Meis è appassionato di calcio?

“Certamente, altrimenti gli italiani sarebbero molto scettici: un italiano che potrebbe non aver capito il loro calcio”.

E’ speciale costruire uno stadio a Roma?

“I tifosi della Roma occupano una parte chiamata Curva Sud. Quei tifosi vivono un loro mondo senza leggi. Prima dell’inizio di una partita si vedono razzi, fumogeni e grandi bandiere. Non come una partita di NFL. Una volta ho visto un ragazzo correre con una bandiera di 20 metri per sventolarla sulla cima di un tetto. Lo stadio offrirà le migliori tecnologie per la sicurezza e per rendere possibile questo tifo”.

Come è possibile riuscire a farlo?

“I tifosi non amano sedersi. La Curva Sud sarà un unico e gigantesco spazio. Ma, con le norme di sicurezza, si potrà prendere un solo biglietto a persona, altrimenti ci sarebbero 20.000 persone in uno spazio che può essere occupato da 10.000 persone. I tifosi saranno però contenti che i sedili si potranno ripiegare, se davvero non si siedono mai. Ho ricevuto migliaia di messaggi su Instagram e Twitter dai tifosi per questo particolare”.

Quanto ci vuole per la progettazione?

“Tradizionalmente ci vuole circa un anno per una struttura come questa, e circa due anni per costruirla. In questo caso ci si metterà di più per il cambio di proprietà e perchè non ci sarà solo lo stadio ma anche strutture ad uso misto”.

Da cosa saranno composte?

“Ci sarà un centro commerciale adiacente. Stiamo progettando il centro di formazione della Roma, un centro di intrattenimento aperto 365 giorni all’anno composto da negozi a tema e un Nike Store. Sarà sul modello del palazzetto dei Los Angeles Lakers”.

Quanto è flessibile lo stadio?

“Sarà la casa della Roma ma anche un centro polifunzionale per concerti ed eventi. L’interno è flessibile: potrà ospitare 52.000 persone e, utilizzando un sistema potrà essere regolato per 15.000 posti. Può essere anche ridotto arrivando ad ospitare 45.000 persone”.

Si sta costruendo uno stadio nella città del Colosseo.

“Useremo la stessa cava di marmo di Carrara, con un muro “galleggiante” nel senso che non toccherà il suolo. La struttura esterna dello stadio sarà sospesa. Poi ci sarà un altro effetto particolare e divertente: prima della partita un ascensore porterà su in campo i calciatori”.

Esistono problemi a causa della zona dove costruirlo?

“E’ proprio accanto al fiume, c’è un problema di falda. Allora l’intero stadio sarà rialzato”.

Proprietari americani. Significa che ci saranno comfort americani come sky box?

“Cinquanta suite Vip ad esempio. Tutto sarà molto confortevole”.

Fonte: Business Week

Top