NAPOLI De Laurentiis: “Le tifoserie di Roma e Lazio non ci rispettano. Gli scontri di Coppa? Si potevano prevenire”

Aurelio De Laurentiis
Aurelio De Laurentiis

“Mi resta l’amarezza per questo ragazzo che lotta per la vita. Sono vicino ai suoi genitori non dovrebbero mai accadere queste cose. E l’amarezza che la prevenzione che si poteva attuare non è stata attuata come si sarebbe dovuto e come abbiamo attuata nell’anno in cui abbiamo giocato contro la Juventus”. Lo ha detto il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, ricordando la finale di Coppa Italia vinta lo scorso 3 maggio contro la Fiorentina allo stadio Olimpico di Roma e condizionata dagli incidenti pre-gara.

“Ricordo che con il questore dell’epoca, Tagliente, si fece una grande operazione di intelligence poliziesca – ricorda il numero uno partenopeo a margine della cerimonia svoltasi a Villa Aurelia, in cui ha ricevuto la Laurea ad Honorem dall’American University of Rome – per evitare qualunque problema in un contesto dove non sono tanto e soltanto le due tifoserie che concorrono a questa tipologia di violenza ma quanto anche le tifoserie locali che non hanno mai nutrito una grande passione e rispetto per la tifoseria napoletana”.

Fonte: ansa

Top