AS ROMA Lite con la moglie. Radja è nei guai

Nainggolan
Nainggolan

Una questione molto privata, ma talmente grave da sconcertare, talmente sgradevole per tutte le persone coinvolte da non potere non coinvolgere la squadra. E poi non c’è nulla di realmente privato in ciò che riguarda un nome celebre come quello di Radja Nainggolan.

Il centrocampista della Roma, arrivato nel mercato di Gennaio è diventato subito un pilastro della squadra. Fondamentale in questo periodo conclusivo della stagione in cui tutti stanno raschiando il fondo dei polmoni. Fino a ieri, anche marito amorevole e padre affettuoso. Continua ad esserlo e lo scrive su twitter: «Solo un litigio. Non ho assolutamente messo le mani addosso. Ma scherziamo?». E: «Voglio dire una cosa a tutti. Dovete farvi i c… vostri. Problemi in famiglia esistono. Ma mani addosso no».

L’accusa è quella di aver picchiato la moglie, Claudia Lai, 32 anni. I carabinieri del nucleo radiomobile di Cagliari, coordinati dal capitano Paolo Floris e dal tenente Marcello Pezzi, forniscono un resoconto della vicenda. Un passante telefona segnalando una lite in via Campidano a Cagliari, intorno alle 17 di domenica. I carabinieri trovano Nainggolan che si aggira nei paraggi della sua automobile, in stato di evidente nervosismo. In macchina c’è la moglie, in lacrime. La donna racconta di essere stata picchiata dal marito davanti alla figlia di due anni, che però non era sul posto all’arrivo delle forze dell’ordine.

La signora Lai è stata ricoverata all’ospedale San Giovanni di Dio con escoriazioni e contusioni a gambe, torace e volto, guaribili in 20 giorni. I carabinieri hanno segnalato l’accaduto alla questura di Cagliari. Ipotesi di reato nei confronti di Nainggolan: maltrattamenti in famiglia. Danni del genere sono perseguibili solo su querela di parte, e la moglie del calciatore ha subito dichiarato di non voler sporgere alcuna denuncia. Anzi, ha twittato anche lei: «Chi è che non litiga con il proprio marito? Si è trattato solo di un diverbio». Messaggio preceduto da un altro, abbastanza enigmatico: «La vita di coppia è fatta di amori e litigi, i soldi non c’entrano».

Che però ha avuto come conseguenze non proprio usuali un ricovero in ospedale e un’indagine con la quale i carabinieri intendono stabilire se Nainggolan abbia tenuto in precedenza comportamenti violenti in famiglia. Forse tutto è cominciato con un litigio innescato dalla gelosia. La Roma ha aspettato di parlare con il giocatore per capire. Il belga ha chiarito con il club. Rudi Garcia, oggi alla ripresa degli allenamenti, si troverà di fronte un Nainggolan forse turbato  e sarà lui a dover decidere se è il caso di far giocare il calciatore in questo delicato momento.

Fonte: Corriere dello Sport

Top