CONFERENZA STAMPA ROMA-GENOA Garcia: “Bravi ad entrare subito con la mentalità giusta. Ora sotto con il Livorno. Contento per la prestazione di Nainggolan e della crescita di Dodò” (AUDIO e VIDEO)

Garcia

Il tecnico della Roma Rudi Garcia è intervenuto nella consueta conferenza stampa al termine della gara vinta 4-0 all’Olimpico contro il Genoa. Quete le parole del tecnico francese:

Sfida senza storia dopo il primo tempo: sembra essere tornata la Roma delle prime dieci giornate.

“Penso che Morgan De Sanctis sia contento, l’importante è che la mia squadra giochi con grande concentrazione. Pressing fin dall’inizio, togliendo fiducia al Genoa”.

Dopo Torino in molti pensavano ad un tracollo, oggi invece ottima prestazione. Lei è soddisfatto o vuole ancora di più dalla sua squadra.

“Oggi abbiamo 44 punti, è il record della Roma dopo 19 giornate. Dobbiamo essere contenti di questa cosa, lavoriamo sempre per migliorare. Il clima allo stadio poteva far pensare ad una partita vinta prima di essere giocata, i ragazzi sono stati bravi ad entrare subito in gara con la mentalità giusta e vincere”.

Lo scorso anno la Juventus ha chiuso il girone d’andata con 44 punti. Una beffa per voi?

“Eravamo sicuri di non poter vincere tutte le partite, anche Conte lo ha detto oggi. Non importa quello che fanno gli altri, a me interessa solo quello che fa la Roma e dobbiamo pensare solo alla nostra partita con il Livorno. Dobbiamo sfruttare questo doppio turno all’Olimpico, oggi abbiamo guadagnato tre punti sulla quinta e due punti sulla quarta. Dobbiamo continuare così, pensare solo quello che accade nella nostra partita. Andiamo avanti, concentrati sulla prossima partita perché non è facile vincere due partite di fila in casa. Dovremo avere lo stesso atteggiamento. Recupereremo tre giocatori squalificati. Oggi abbiamo dato un bel segnale che ci siamo e lotteremo fino alla fine”.

Oggi ha fatto il suo esordio Jedvaj, subentrando a destra a Maicon. Lo vede in quel ruolo di esterno?

“Può giocare in quella posizione, ma Tin è un giocatore che deve crescere e migliorare tanto in più posizioni. Maicon poi era diffidato e volevo ribadire al gruppo che tutti sono importante. Chi è in panchina oggi, potrà essere titolare domani”.

Un gol magnifico per Florenzi: ha un piccolo pentimento per non averlo schierato a Torino?

“Torino è passato, è inutile parlare delle gare già giocate. E’ importante che Alessandro oggi abbia fatto un gol che prova spesso in allenamento quando rimane da solo a lavorare con Bompard. Questo è il frutto del suo lavoro, ha fatto uno splendido assist per il terzo gol. Un’altra buona notizia è il ritorno del capitano a grandi livelli, un gol, un assist, l’inizio dell’azione per il terzo gol. Una serata totalmente positiva per noi, dobbiamo continuare per mettere pressione sugli altri, chi è davanti e chi è dietro in classifica”.

Vuole dare un giudizio sul suo operato fino ad oggi?

“A Roma come in altre parti in cui ho lavorato, metto a disposizione sempre le mie qualità. La mia gioia è vedere la squadra che festeggia unita i gol, che gioca con felicità e vince le partite entrando nello spogliatoio soddisfatta”.

Dodò più gioca e più migliora?

“E’ sempre così per un giocatore, prende fiducia. All’inizio era molto concentrato nella fase difensiva, nelle ultime partite sta attaccando bene. L’assist per il gol di Torosidis giovedì. Senza Balzaretti ha meno concorrenza, ma sono felice perché è un ragazzo che ascolta negli allenamenti e ha voglia di migliorare sempreHa trovato un equilibrio importante nel suo gioco”.

Nainggolan la sta mettendo in crisi per le scelte future?

“Per me queste sono solo belle notizie. Non possiamo fare una stagione solo con tre-quattro centrocampisti. Radja ha fatto molto bene iniziando da regista basso ed ha fatto benissimo anche quando il Genoa ha cambiato modulo giocando in coppia con Strootman con Miralem più alto”.

Redazione GazzettaGialloRossa.it

Top