BENEFICENZA Domani la “Fondazione G.Castelli” inaugurerà il nuovo stadio intitolato a Giorgio: presenti Alemanno e il ministro della salute Lorenzin

 

La locandina dell’evento

“Al cuor si comanda”. Questo è il tema scelto dalla Fondazione Giorgio Castelli per il Defibrillation Day in programma domani 18 maggio dalle ore 9 presso il centro sportivo della Polisportiva Tor Sapienza, proprio la squadra e il campo in cui la sera di quel maledetto 24 febbraio del 2006 il giovane Giorgio è stato portato via da un arresto cardiaco durante un allenamento. Aveva solo 16 anni. Come ogni sabato mattina, gli istruttori volontari della fondazione capitanati dal dott. Enzo Castelli terranno il corso di rianimazione cardio-polmonare ed utilizzo del defibrillatore BLS-D per gli operatori sportivi. Dalle ore 15 ci sarà invece l’inaugurazione del nuovo stadio “Giorgio Castelli”, sito in via F.De Andreis 29, una struttura da 4.000 posti, il terzo impianto più grande della Capitale dopo l’Olimpico e il Flaminio: alla manifestazione interverranno il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, il sindaco di Roma Gianni Alemanno, il vescovo ausiliare del settore Est della diocesi di Roma, Mons. Mercante, insieme ad altre autorità politiche e sportive. Sarà presente anche Federica Bovolenta, moglie del pallavolista Vigor, deceduto il 24 marzo del 2012 in seguito ad un malore accusato in campo. Potrebbe partecipare all’evento anche il capitano della Roma Francesco Totti, sempre grande protagonista nelle iniziative di beneficenza e particolarmente vicino alla Fondazione Castelli.

Verranno consegnati i defibrillatori e un auto-medica all’Ares-118 Lazio: sarà il quarto mezzo donato all’azienda regionale dell’emergenza sanitaria, l’ennesimo importante risultato per la Fondazione che dal 2006 ad oggi ha formato gratuitamente oltre 7000 operatori non-sanitari o laici in grado di operare manovre di primo soccorso. In sette anni la Fondazione ha distribuito 350 apparecchi defibrillatori a società sportive di ogni genere, contribuendo a diffondere la cultura della prevenzione e della cura delle malattie cardiovascolari fin dalla giovane età, oltre a fare in modo che ogni attività sportiva venga svolta nella massima sicurezza possibile.

Il campo sarà inaugurato da un triangolare amichevole tra le squadre AesseRomArtisti, CalciAttori Team e l’Ussi Roma: sarà il compimento di un importante progetto e, come scritto dalla Fondazione sul proprio sito (www.gc6.org), sarà il simbolo del coraggio di Giorgio e delle persone che gli hanno voluto bene.

Daniele Luciani

Top