LIGA Ronaldo chiama, Messi risponde. Crolla l’Atletico Madrid (VIDEO)

Lionel Messi e CR7

Il ventunesimo turno della Liga consolida ancor di più il primato del Barcellona, che disintegra il mal capitato Osasuna e coglie l’occasione per allungare ulteriormente le distanze sull’Atletico Madrid, rivale più accreditato, uscito sconfitto nel confronto con l’Athletic Bilbao restando a meno 11 dalla vetta. Vince e convince il Real di Cristiano Ronaldo, che però sembra essere destinato a vivere all’ombra della pulce argentina in un duello logorante per il portoghese: per quanto si impegni nella lotta a distanza, il risultato non cambia ed è sempre inclemente per il numero 7 blancos, autore di una tripletta nell’anticipo di sabato, a cui risponde Messi 24 ore più tardi calando il poker.

BARCELLONA – Prosegue in pompa magna l’avvento del Barcellona verso la conquista della Liga. Gli uomini di Vilanova archiviano senza difficoltà alcuna la pratica Osasuna con un perentorio 5-1 con 4 reti di Lionel Messi, protagonista assoluto con 33 centri in 21 presenze, ed un gol di Pedro, il centravanti operaio di questo Barca, tanto silente quanto prezioso per le trame di gioco blaugrana. Per l’Osasuna la timida risposta è stata fornita da Loe al 24’ per il provvisorio pareggio, durato meno di 4 minuti. La squadra basca al terz’ultimo posto in classifica deve certamente puntare su altre partite per fare punti ed ottenere la permanenza nella Liga,  possibile, considerato il valore degli avversari e la distanza di appena due punti dalla salvezza. Nel rispetto del pronostico anche il derby di Madrid tra Real e Getafe. Un secco 4-0 per i ragazzi di Mourinho che tornano a macinare gioco dopo un periodo di appannamento conciso con il momento No di Cristiano Ronaldo, elemento imprescindibile per conferire concretezza e fluidità alla manovra merengue. Una tripletta del portoghese ed una rete di Sergio Ramos lanciano il Real all’inseguimento dei cugini dell’Atletico Madrid, distanti appena 4 lunghezze. Più improbo, se non impossibile, il compito di recuperare i 15 punti che separano il Real dai rivali di sempre del Barcellona.

ORGOGLIO BASCO – Nel calcio le rivincite non esistono e su questo siamo più o meno concordi. Certo è che i tifosi dell’ Atheltic Bilbao avranno provato un senso di particolare gioia nella vittoria della propria squadra per 3-0 contro quell’Atletico Madrid che li aveva umiliati nella finale di Europa League con lo stesso punteggio.  Una vittoria importante per i biancorossi, tornati al successo dopo circa un mese nel quale si erano susseguite 3 sconfitte ed un pareggio. Al San Mames si è rivista a sprazzi la squadra che l’anno scorso incantava e sorprendeva al punto di conquistarsi la finale di Bucarest. I sigilli sul match sono quelli di San Josè su assist di Susaeta, poi in rete per il raddoppio; De Marcos nel finale cala il tris ai Colchoneros, orfani di Falcao, quindi dimezzati nel proprio potenziale offensivo. Torna alla vittoria anche il Malaga, con il successo per 3-2 sul campo di un Maiorca in difficoltà, ora penultimo in classifica. Una gara ricca di gol quella dell’Iberostar Estadi, con gli ospiti in vantaggio di due reti dopo appena un quarto d’ora in virtù delle marcature di Saviola ed Isco.I padroni di casa accorciano con Victor su assist di Hemed prima che Nacho Monreal ristabilisca le distanze rendendo inutile la rete del neo acquisto messicano Giovani Dos Santos. Un margine minimo che però consente ai boquerones di portarsi a casa tre punti fondamentali per la lotta al quarto posto occupato ora in coabitazione con il Betis, sconfitto dal Rayo Vallecano rivelazione, al quarto successo nelle ultime  uscite. Al Vallecas sembra abbastanza netta la superiorità dei padroni di casa in gol con Pitti su rigore nella prima frazione per poi arrotondare nella ripresa con Delibasic e Josè Carlos che lanciano la compagine madrilena al sesto posto, ad un punto di distanza da Betis e Malaga.

LA LIGA DEGLI ALTRI – Nella lotta per la salvezza non si registrano significativi passi in avanti. Perdono tutte le ultime 4 della classe mentre guadagna un punto prezioso il Celta Vigo nell’impegno casalingo con una Real Sociedad ancora ebbra della vittoria contro il Barca. Al Balaidos le squadre dividono la posta con un 1-1 siglato da Kroh-Delhi per i padroni di casa, e da Gorka Elustondo per gli ospiti. Altro pari, stavolta a reti bianche tra Espanyol e Saragozza mentre gusta l’amaro calice della sconfitta il Granada sepolto al Sanchez Pizjuan con un netto 3-0 dal Siviglia, reti di Kondogbia, Negredo e Medel. Nel confronto tra due squadre in una situazione di classifica più che tranquilla il Levante si impone per 2-1 sul Valladolid. Di Baraja il gol che porta in vantaggio gli ospiti, raggiunti da Barkero nella ripresa. Decisivo perla vittoria della squadra levantina l’autorete di Rukavina al ’90.

Sabato 26 Gennaio

Celta Vigo-Real Sociedad 1-1
(32′ Krohn-Dehli, 59′ Elustondo)
Levante-Valladolid 2-1
(8′ Baraja, 43′ Barkero, 90′ aut. Rukavina)
Real Saragozza-Espanyol 0-0
Deportivo La Coruna-Valencia 2-3
(1′ Jonas, 32′ e 46′ Riki, 63′ Valdez, 92′ Ricardo Costa)

Domenica 27 Gennaio

Real Madrid-Getafe 4-0
(53′ Ramos, 62′, 65′, 72′ rig. Ronaldo)
Rayo Vallecano-Betis Siviglia 4-0
(4′ rig Piti, 64′ Delibasic, 82′ Josè Carlos)
Barcellona-Osasuna 5-1
(11′, 28′ rig, 56′ e 58′ Messi, 24′ Loe,40′ Pedro)
Maiorca-Malaga 2-3
(10′ Saviola, 16′ Isco, 27′ Victor, 61′ Monreal, 70′ Dos Santos)
Athletic Bilbao-Atletico Madrid 3-0
(49′ San Josè, 77′ Susaeta, 84′ De Marcos)

Lunedì 28 Gennaio

Siviglia-Granada

(Kondogbia 34′, Negredo 68′ Medel 75′)

LA CLASSIFICA: Barcellona 58, Atletico Madrid 47, Real Madrid 43, Malaga 35, Betis 35, Rayo Vallecano 34, Valencia 33, Levante 33, Real Sociedad 30, Valladolid 28, Getafe 26,bSiviglia 26, Athletic Bilbao 25, Saragozza 23, Espanyol 22, Celta Vigo 20, Granada 20, Osasuna 18, Maiorca 17, Deportivo 16.

REAL MADRID – GETAFE 4-0 HIGHLITGHTS


Real Madrid 4-0 Getafe 27.01.2013 (All Goals… di ourmatch

BARCELLONA – OSASUNA 5-1 HIGHLIGHTS


Barcelona 5-1 Osasuna di goalsarena2012
A cura di Danilo Sancamillo

Top