GAZZETTA DELLO SPORT E il Cagliari prepara la “vendetta”

Cellino

(M.Cecchini)  La vendetta è un piatto che va mangiato freddo, ma la pietanza al momento è solo tiepida.

Tanto basta, però, perché i sussurri che giungono da Cagliari raccontino di un Cellino pronto a rivalersi sulla Roma dopo lo 0-3 a tavolino comminato dal giudice sportivo (e confermato dalla Corte di Giustizia Federale) dopo la mancata disputa del match del 23 settembre scorso, vietato da una disposizione della Prefettura di Cagliari perché il presidente del club sardo aveva invitato i tifosi a recarsi all‘Is Arenas nonostante il match dovesse giocarsi a porte chiuse.

Cellino è ancora arrabbiato per la mancanza, a suo dire, di fair play della Roma, che non ha voluto rigiocare la partita, e così sta pensando di mettere i bastoni tra le ruote ai giallorossi. Come? Roma-Cagliari, in calendario per venerdì 1 febbraio vista l’indisponibilità dell’Olimpico utilizzato dall’Italia del rugby impegnata nel Sei Nazioni, secondo le disposizioni di Lega potrebbe essere rinviato al 27 febbraio se la squadra di Zeman approdasse alle semifinali di Coppa Italia.

Ma se ciò accadesse, pare che il Cagliari sia pronto ad opporsi per non agevolare la Roma. A proposito, il Tar della Sardegna — che ha sospeso la decisione della Prefettura — il 6 febbraio potrebbe dare ragione a Cellino sul merito della questione. Una carta in più da giocarsi sul tavolo dell’Alta Corte di Giustizia del Coni, chiamata a dire l’ultima parola su quell’infinito Roma-Cagliari mai disputato.

Top