SERIE A, IL PUNTO Vincono tutte le prime quattro, successi salvezza per Chievo e Bologna

Serie A

Domenica da grandi squadre quella del quindicesimo turno del campionato di Serie A: vincono tutte le prime sei in classifica (Fiorentina a parte visto il posticipo in cui è impegnata stasera contro la Sampdoria) definendo un solco abbastanza profondo che solo il Milan può riuscire a colmare. Sembrano essere tornate le sette sorelle di una decina di anni fa, con il Napoli in luogo del fantastico Parma dell’era Tanzi.

I rossoneri di Allegri sono riusciti a rimontare il Catania al Massimino: dopo il vantaggio di Legrottaglie nel primo tempo, Barrientos rimedia ingenuamente due gialli e lascia in dieci i suoi. El Shaarawy scatenato realizza un’altra doppietta, con il gol del pareggio però viziato da almeno un metro di fuorigioco. La splendida botta da fuori area di Boateng (poi espulso anche lui) lancia il Milan a 21 punti, prima del folto gruppo di inseguitrici delle prime sei posizioni.

Nell’anticipo di sabato sera invece la Juventus si è presa il derby della Mole, nonostante l’errore dal dischetto di Pirlo. Il rosso mostrato a Glik e la magnifica doppietta di Marchisio spianano la strada verso il successo ai bianconeri, Giovinco sigilla una vittoria tutta firmata dal vivaio juventuno. Il momentaneo +5 sul Napoli è colmato dagli uomini di Mazzarri, che alle 12.30 sovrastano il Pescara con un bugiardo 5-1: in dodici minuti Inler e Hamsik aprono la presumibile goleada partenopea, Bjarnason riapre il match e tiene in gara un Pescara volitivo e ben schierato. Nella ripresa Bocchetti stende Cavani in area, Peruzzo lo espelle e l’uruguaiano batte Perin. La doppietta di Cavani arriva dopo pochi minuti, Inler fissa il pokerissimo finale con un altro potente destro dal limite.

Fortunata la vittoria dell’Inter che supera il Palermo dell’ex Gasperini solo grazie ad un goffo autogol di Garcia in spaccata. Inter a 31, seguito dalla Lazio a 29: la squadra di Petkovic infila la seconda vittoria consecutiva, con 10 punti nelle ultime quattro gare, e scavalca la Fiorentina grazie alle reti di Biava e Klose. Belfodil realizza il 2-1 finale, ribadendo in rete la respinta di Bizzarri sul suo calcio di rigore.

In zona salvezza importanti vittorie per il Bologna e il Chievo: gli emiliani superano per 2-1 l’Atalanta, alla terza sconfitta consecutiva, reti di Diamanti e Gabbiadini con il momentaneo pareggio di Denis. I gialloblu di Corini firmano tre punti importanti a Marassi, infliggendo al Genoa la settima sconfitta nelle ultime otto partite. La tripletta dell’ex Paloschi stende gli uomini di Del Neri che provano a reagire le reti di Said e Jankovic. Stoian nei minuti finali realizza il suo secondo gol in A e chiude il risultato sul 2-4 finale. Poker anche per l’Udinese, rifilato al Cagliari con i gol di Pereyra, Danilo, Angella e Pasquale, per i sardi in rete solo Dessena.

Daniele Luciani

Top