CORRIERE DELLA SERA Nuovo stadio: Tor di Valle o Gazometro

Nuovo Stadio AS Roma

(L. Valdiserri) – In ritardo sui tempi previsti— la scelta dell’area era stata prevista per giugno —ma perfettamente in linea con la burocrazia. Il progetto del nuovo stadio della Roma è passato per l’ennesima cena «istituzionale» a casa dell’avvocato Roberto Cappelli (UniCredit). Un anno fa — 27 ottobre 2011 —con il sindaco Alemanno e altre autorità c’era Thomas DiBenedetto, ora desaparecido.

Venerdì sera c’era James Pallotta (e con lui Mark Pannes, Franco Baldini, Claudio Fenucci e Walter Sabatini per la Roma, il presidente della Figc Giancarlo Abete, il sottosegretario di Stato con delega allo sport Rocco Crimi e i costruttori Luca Parnasi e Claudio Toti). La speranza è che un anno non sia passato invano. Per il toto-sede, due sono le aree preferite: Tor di Valle e il Gazometro.

La prima presenta qualche difficoltà in meno, la seconda stuzzica la proprietà Usa per la «centralità». Uno dei «nodi» sarà la gestione dell’impianto: per il costruttore sarebbe preferibile affidarla a una società ad hoc, partecipata in comune ma staccata dalla AsRoma, per la Roma è meglio che il costruttore diventi azionista della società giallorossa. Non sarà un tema da poco.


Top