BRASILE 2014 Il programma degli incontri di qualificazione

Con i campionati in pausa, spazio alle qualificazioni per staccare il pass per i campionati mondiali di Brasile 2014. Nella giornata di oggi saranno molte le sfide, con alcuni incontri di cartello, in campo sia le nazionali europee che quelle sudamericane. Passiamo in rassegna le sfide più importanti:

 

GRUPPO A – Il gruppo A è forse quello con il livello di competizione più elevato annoverando formazioni come la Croazia, l’interessantissimo Belgio, l’altalenante Serbia, Galles e Scozia, nazionali in forte crescita. Questa sera la Croazia sarà impegnata a Skopje contro la Macedonia, un turno per quanto insidioso, favorevole sulla carta per proseguire la marcia verso il primo posto, approfittando dello scontro diretto tra la Serbia ed il Belgio, appaiate a 4 punti in coabitazione proprio con i croati. Il Belgio si presenta forte di una nazionale giovane e molto talentuosa potendo contare su elementi come Witsel ed Hazard coadiuvati da tanti altri elementi di prospettiva che fanno di questa compagine la possibile sorpresa del girone. Derby nel Regno Unito tra Scozia e Galles, una rivalità che trova ampio sfogo nel rugby, sport nazionale, ma che non manca di accendersi in qualsiasi disciplina atta a stabilire un primato sull’altro. Per gli scozzesi la buona notizia è il ritorno in nazionale di Darren Fletcher, centrocampista del Manchester United  a distanza di 11 mesi dall’ultima volta.

 

GRUPPO B – Il girone B vede impegnati gli Azzurri contro l’Armenia, De Rossi, Balzaretti ed Osvaldo presenti dall’inizio, mentre la Bulgaria sfiderà tra le mura amiche la Danimarca di Kjaer, Eriksen e Krohn-Delhi, reduci da un buon Europeo. Impegno agevole per la Repubblica Ceca che affronterà Malta, formazione di gran lunga al di sotto delle altre.

 

GRUPPO C – L’incontro di cartello del gruppo C è rappresentato dalla trasferta della Germania in quel di Dublino contro l’Irlanda di Giovanni Trapattoni che nelle gare interne riesce ad esprimersi sempre con grande intensità. Gara ostica per i teutonici che possono avvalersi di elementi come Mesut Ozil, Miro Klose e tanti altri campioni in grado di saper fare la differenza. Per l’Irlanda dopo la vittoria in Kazakistan la possibilità in caso di successo di agganciare in vetta proprio i tedeschi che restano i grandi favoriti del raggruppamento.

 

GRUPPO D – L’Olanda di Maarten Stekelenburg affronterà a Rotterdam l’Andorra, un impegno non propriamente improbo per gli Oranje. Sfida fine a se stessa quella tra Estonia ed Ungheria, che sembrano non poter recitare un ruolo di primo piano nel gruppo, per la presenza di formazioni più blasonate come Turchia e Romania, vere pretendenti alla seconda piazza.

 

GRUPPO E – Spicca il match tra Svizzera e Norvegia, in un girone molto equilibrato dove potrebbe uscire la sorpresa: L’Islanda, forte del successo sulla Norvegia, giocherà in Albania, squadra sempre rognosa, specialmente in casa. L’altro incontro mette di fronte Slovenia e Cipro, due realtà interessanti, specialmente i ciprioti che da diversi anni hanno fatto registrare una grande crescita a livello di club ma che anche in Nazionale si sono tolti alcune soddisfazioni. Per gli sloveni al di la di qualche singolo,sarà  difficile rinverdire i fasti di un tempo, quando tra le fila dei biancoverdi militava Zlatko Zahovic.

 

GRUPPO F – Questa sera il Lussemburgo ospita Israele che ha l’opportunità di accorciare in classifica dal Portogallo sconfitto per 1-0 dalla Russia di Fabio Capello,successo firmato dall’attaccante dello Zenit, Kerzhakov.

 

GRUPPO G – Scontro al vertice ad Atene tra la Grecia e la Bosnia realtà in netta ascesa che può annoverare calciatori del calibro di Misimovic, Pjanic, Lulic e soprattutto Edin Dzeko, terminale offensivo di prim’ordine. Miralem dovrebbe saltare la gara con gli ellenici, per essere presente nella gara di martedì contro la Lituania, impegnata oggi  in Leichtestein mentre la Slovacchia cerca di ritagliarsi in casa con la Lettonia il ruolo di guasta feste nel raggruppamento.

GRUPPO H – Trasferta londinese per il San Marino che non sembra poter impensierire l’Inghilterra. Derby dell’est tra Moldova ed Ucraina per la quale i 3 punti sono imprescindibili per sperare di raggiungere il secondo posto.

 

GRUPPO I – La Spagna vola in Bielorussia dove se la vedrà con gli ostici padroni di casa con l’obiettivo di conseguire la vittoria per non farsi scappare la Francia, grande rivale nel girone. L’altro incontro oppone la Finlandia alla Georgia, squadra a pari punti con le furie rosse.

 

CONMEBOL – Nel raggruppamento, orfano del Brasile qualificato di diritto in quanto paese ospitante, occhi puntati sulla rivale di sempre Argentina che affronterà in casa l’Uruguay di Cavani. Altro incontro fondamentale è quello di Barranquilla, teatro della sfida tra l’ambiziosa Colombia ed il Paraguay, alle prese con un ricambio generazionale che ne sta inficiando il rendimento. Bolivia – Perù ed Ecuador – Cile chiudono il programma del girone sudamericano.

Danilo Sancamillo


Top