IL ROMANISTA Sabatini: “De Rossi rimane”

Walter Sabatini

(R. Canocci) – Se ancora qualcuno avesse dubbi – e qualcuno c’era e purtroppo ci sarà sempre -, la Roma non vuole vendere Daniele De Rossi. Lo ha ribadito Walter Sabatini ieri ai microfoni di Sky:«Non ho detto che non è incedibile, De Rossi per noi è un conduttore, è uno dei conduttori della nostra vicenda sportiva, quindi non abbiamo in mente mai di cedere De Rossi naturalmente. Ho però fatto un rilievo che riguarda tutto il calcio, non solo De Rossi rispetto alle sue situazioni personali, o le nostre situazioni rispetto al calcio. Se si concretizzasse un’offerta mostruosa naturalmente la ascolteremmo, e naturalmente la valuteremmo ma non siamo in cerca di clienti per De Rossi, perché lui per noi è di straordinaria importanza, è un giocatore non sostituibile, quindi sarebbe anche difficile affrontare una proposta indecente che ci potrebbe essere, quindi questo è il discorso che riguarda De Rossi».

La cifra è forse cento milioni? «Più alta». Se non vuol dire “incedibile” questo… Già in precedenza, a Teleradiostereo, l’agente Giorgio De Giorgis, da sempre considerato vicino all’allenatore del Manchester City Roberto Mancini, aveva dichiarato: «Sono stato a cena con Roberto Mancini e altre persone e non s’è parlato di De Rossi. Ritengo che si sono prefigurati scenari per un possibile acquisto quando il contratto era vicino alla scadenza, e il City fece dei passi perché esistevano anche i presupposti economici. Poi De Rossi si è legato alla Roma con un contratto importante, la Roma ha fatto un sacrificio economico notevole non per gettare fumo negli occhi dei suoi tifosi, preparandoli a una cessione futura. De Rossi è con Totti il suo calciatore più rappresentativo, è un centrocampista di grandissimo livello. Chiaro che continui a piacere al City, come può piacere al Paris Saint Germain, o al Real o a Inter e Milan, ma piacere non significa comprare. E aggiungo che oggi il Manchester City è molto più attento alle spese di quello che si possa credere. Oggi sul mercato forse è il Paris Saint Germain che sta occupando il ruolo che fino a ieri era del City. Io dico che se dovessi puntare un euro sulla squadra in cui giocherà De Rossi lo spenderei per la Roma. Non ho motivo di pensare che De Rossi lascerà la Roma e non mi risulta che il Manchester City abbia intenzione di trattare il suo acquisto».

Intanto, oltre alla caccia al centrale difensivo, proseguono le operazioni in uscita. Ieri s’è trovato l’accordo con la Fiorentina per il trasferimento in viola di Pizarro. L’agente del giocatore Giuseppe Bozzo si sarebbe recato a Trigoria per definire l’affare. L’annuncio è arrivato poi in serata. In uscita anche Gabriel Heinze, destinato a tornare in Argentina, per la precisione al Newell’s Old Boys. Il club argentino avrebbe raggiunto un accordo con il difensore. Ieri Sabatini ha anche incontrato il ds della Sampdoria Pasquale Sensibile. Pare che si sia parlato anche di un’eventuale sistemazione in blucerchiato per il difensore Bruno Uvini, già “controllato” dalla Roma. Il tecnico del Milan Massimiliano Allegri, intanto, precisa: «Non credo sia realizzabile l’ipotesi, che ho letto oggi sui giornali, relativa all’arrivo di Borriello al Milan».

Top