GAZZETTA GIALLOROSSA Ecco come sarà il nuovo stadio della Roma (FOTO!!!)

Reliant Stadium Houston

In attesa che la Cushman & Wakefield consegni il rapporto sui siti idonei alla costruzione del nuovo impianto di proprietà, la dirigenza è al lavoro come testimonia la foto twittata da Mark Pannes che ritraeva James Pallotta indicare un’immagine di uno stadio. Si sta scegliendo il design della nuova casa della Roma, e per quanto ancora si debba aspettare Giugno per conoscerne la posizione geografica, già si può tentare di capire che look avrà. Affidato a Dan Meis, il progetto sembra ricalcare due impianti esistenti sul suolo americano, facenti parti del circuito della NFL americana: il Reliant Stadium di Houston ed il Cowboy Stadium di Dallas.

 

 

Interno del Reliant Stadium Texas

Il Reliant Stadium è situato a Houston, in Texas, è caratterizzato dalla presenza di un tetto retrattile unico del suo genere, che fa del Reliant uno degli stadi più all’avanguardia al mondo. Il progetto è stato affidato agli architetti del gruppo HOK, che hanno iniziato la costruzione nel marzo del 2000. Nel settembre dello stesso anno il gruppo immobiliare Reliant (società che propone alloggiamenti per multi-famiglie a prezzi accessibili) ne diviene lo sponsor principale dando così il proprio nome allo stadio, poco prima della grandiosa inaugurazione che avviene l’ 8 settembre 2002. Oggi lo stadio ospita durante la stagione del campionato di football NFL le gare casalinghe degli Houston Texas: si dice che il frastuono sia così assordante da mettere in seria difficoltà gli avversarsi che non sentono nemmeno le indicazioni provenienti da bordo campo. Nel periodo primaverile ed estivo invece si trasforma, ospitando lo sport preferito dai texani, il Rodeo. Ma la sua adattabilità non ha confini e sul prato verde del Reliant si sono disputate anche alcune partite di calcio della nazionale statunitense, in particolare gare valide per la CONCACAF Gold Cup.

 

 

Cowboys Stadium

Il Cowboys Stadium è situato ad Arlington, in Texas, è stato inaugurato il 27 maggio 2009 quando sostiutì definitivamente il Texas Stadium come stadio di casa per i Dallas Cowboys della NFL. Originariamente il costo stimato fu di 650 milioni di dollari ma le previsioni superarono di molto il budget complessivo ed il costo finale di costruzione dello stadio è stato di 1,3 miliardi, cifra che lo rende uno dei luoghi più costosi mai costruito per ospitare eventi sportivi. Visto l’incredibile esborso economico,per aiutare il proprietario e general manager dei Cowboys, Jerry Jones (proprietario anche dei Dallas Desperados dell’AFL, fra i proprietari più appassionati tanto da seguire le gare a bordo campo) a pagare i costi di costruzione del nuovo stadio, la città di Arlington fornì ben 325 milioni di dollari. Il 27 maggio 2009 è stato aperto al pubblico con il taglio del nastro con la partecipazione di molti giocatori dei Cowboys . Negli ultimi anni è diventato un punto di riferimento per i maggiori eventi sportivi americani. Basta pensare che il 14 febbraio 2010 lo stadio è stato sede dell’ NBA All-Star Game 2010, al quale ha assistito una folla di 108.713 spettatori, la partita è diventata la più frequentata della storia, fissando un nuovo record nel Guinness World Record. Mentre il 6 febbraio 2011 lo stadio ha ospitato il Super Bowl XLV,evento che ha ferma gli Stati Uniti, registrando il record assoluto di spettatori sintonizzati: 111 milioni.

 

A cura della redazione di Gazzettagiallorossa.it

Top