CALCIO E NUMERI. Donadoni ancora imbattuto: la Roma ci prova con Osvaldo, il suo capocannoniere.

Calcio e numeri

24^ giornata di campionato, 5^ del girone di ritorno di questa Serie A 2011-2012. Dopo il passo falso di Siena, la Roma di Luis Enrique prova a ripartire contro il Parma,  squadra con cui nel girone di andata arrivarono i primi tre punti della gestione spagnola (0-1 gol di Osvaldo al 5’ del secondo tempo). E domenica, ore 15.00 Stadio Olimpico, Osvaldo potrebbe tornare a giocare da titolare: l’azzurro, con 7 reti, è ancora il capocannoniere dei giallorossi e dopo Totti (50 tiri) è il giocatore che più volte ha cercato il gol con un tiro. Ben 46 volte.

 

Con la sconfitta di Siena per la Roma è arrivata l’ottava sconfitta della stagione. Sono invece 5 i pareggi e 10 i successi, che portano i giallorossi ad aver accumulato in campionato un bottino di 35 punti.  C’è un ulteriore dato che conferma la brutta prestazione di lunedì ed è quello della mancanza del gol, che fino alla gara con il Siena nelle ultime 9 partite non era mai mancato. Dalla Juventus al Siena, passando per Napoli, Chievo, Catania, Cesena, Bologna (2 volte), Cagliari e Inter. In tutto 9 partite e ben 21 reti all’attivo. Il Parma di Donadoni è staccato di sole 7 lunghezze, in virtù dei 28 punti realizzati grazie a 7 vittorie, 7 pareggi e 8 sconfitte. Lontano dal Tardini però gli emiliani soffrono: solo 9 i punti racimolati, a fronte di 2 vittorie, 3 pareggi e 6 sconfitte.

 

La tradizione del Parma allo Stadio Olimpico non è delle migliori. Come buone non sono state le ultime prestazioni a casa delle grandi: quattro gol in casa Juve e nove gol al Meazza, quattro dal Milan e cinque dall’Inter. Ora però sulla panchina emiliana c’è Roberto Donadoni: con lui il Parma, ha subìto solo tre reti, segnandone sei. Nelle quattro gare di campionato sulla panchina gialloblù, l’ex ct della Nazionale è ancora imbattuto, con un bilancio più che positivo. Due vittorie e tre pareggi raccogliendo 9 punti, raggiungendo il dodicesimo posto in classifica, allontanandosi dalla zona rossa. Un cambio, quello con Colomba, che ha portato la scossa desiderata dal presidente Ghirardi e l’ad Leonardi.

 

La direzione della gara è stata affidata a Sebastiano Peruzzo di Schio, che finora ha diretto 36 gare in serie A. Le statistiche ci dicono che le squadre che giocano in casa, quando arbitra Schio, sono favorite: 18 i successi per le compagini casalinghe.  9 i pareggi e 9 anche le vittorie delle squadre in trasferta.  Per il fischietto di Vicenza sarà la seconda direzione di gara in carriera con i giallorossi. La prima volta fu il 19 settembre 2010, in un Roma-Bologna valido per la terza di campionato, finito 2-2 con la doppietta di Di Vaio a rimontare doppio vantaggio gialloroso firmato Borriello e autogol di Rubin. Risale invece solo ad un mese fa l’ultimo arbitraggio di Peruzzo con il Parma: era il 15 gennaio, quando il Parma s’impose sul Siena per 3-1 In totale l’arbitro di Schio ha arbitrato i ducali 5 volte in Serie A con 5 successi, mentre in Serie B  2 volte con 2 vittorie.

Top