IL ROMANISTA. Dalla Puglia fino al botteghino

Tifosi Roma

(V.Vercillo – A.F.Ferrari) – Il botteghino è tornato. È tornato dopo sei anni. È tornato nel posto in cui avrebbe sempre dovuto essere: a due passi dall’Olimpico. Feliziani, responsabile della biglietteria giallorossa, l’aveva annunciato pochi giorni fa tramite i microfoni di “Tele Radio Stereo”: «Da Roma-Juventus riusciremo a riaprirlo». Ieri la promessa si è concretizzata. Alle 11,45 il servizio della biglietteria è stato attivato ed è stato possibile acquistare i biglietti per la sfida tra Roma e Juve direttamente all’Olimpico. Come succedeva una volta, quando si poteva decidere di andare allo stadio all’ultimo momento. Quando i tifosi, prima di salire quelle gradinate e godersi quei 90 minuti di pura passione, si mettevano in fila davanti all’unico punto vendita della città. Quando l’Olimpico era l’unico punto di riferimento. Quando non esistevano i biglietti elettronici nominativi, tantomeno la Tessera del Tifoso. La sede prescelta per l’iniziativa è l’ormai ex Ostello della Gioventù in via delle Olimpiadi 61 (nei pressi del ponte della musica), rimesso a nuovo per il ruolo che rivestirà da questo momento in poi. Una comodità in più per i tifosi della Roma, una risorsa fondamentale per i turisti, che spesso si ritrovano nella Capitale con la speranza di riuscire ad accaparrarsi un biglietto per la partita all’ultimo momento. Speranza quasi sempre delusa. L’inaugurazione del nuovo servizio, prevista per le 10 del mattino, ha avuto quasi due ore di ritardo. Ma, soprattutto, la novità sembra non essere stata accolta con particolare interesse dai tifosi giallorossi. Sarà per l’”Home Ticketing”, sarà perché gli ultimi biglietti ancora in vendita erano quelli destinati ai posti in Tribuna, sarà perché le previsioni metereologiche non erano delle migliori. Fatto sta che tra le 10 e le 16,30 non sono state più di qualche decina le persone che hanno deciso di recarsi all’ex Ostello della Gioventù per acquistare il diritto di godersi dal vivo il big match di ieri sera. Per la maggior parte stranieri, in città per pochi giorni o tifosi giallorossi non residenti nella Capitale con la voglia di gridare un “Forza Roma” circondati dal calore di 50mila tifosi come loro. È il caso di due ragazzi pugliesi arrivati a Roma in giornata per assistere alla partita dell’Olimpico: «Siamo partiti questa mattina dalla stazione di Bari per vedere la nuova Roma americana. Abbiamo preso due biglietti di tribuna Tevere. Non vediamo l’ora che inizi la partita. La squadra c’è, i risultati arriveranno. Magari da stasera… (ieri ndr). Forza Roma!». Presente anche qualche romano, che ha approfittato di questo “last minute” per accompagnare per la prima volta il figlio allo stadio

Top